Il settore delle biomasse in Italia, un caso di successo e nuove opportunità

Convegno a cura di Ises Italia. Lunedì 20 giugno 2011, ore 9.30 presso la Camera di Commercio di Brescia

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Biomasse_500.jpg

Il Piano di azione nazionale per le rinnovabili affida alle biomasse un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi al 2020. Una conferma di queste potenzialità arriva dallo studio dettagliato “L’impiego delle biomasse a fini energetici”, svolto da Ises Italia per conto del Gse, sulle risorse esistenti in Val d’Aosta e in una serie di province del Piemonte e della Lombardia e sulle tecnologie e potenze degli impianti che possono utilizzarle.

Lo studio sarà presentato in occasione del Convegno “Il settore delle biomasse in Italia, un caso di successo e nuove opportunità”, organizzato dal Gestore dei servizi energetici, in collaborazione con il ministero dello Sviluppo economico, la Camera di Commercio di Brescia e Ises Italia, che si terrà il prossimo lunedì 20 giugno a partire dalle ore 9.30 presso la sede della Camera di Commercio di Brescia.

Partendo dall’esposizione da parte di Paolo Tabarelli De Fatis (Ises Italia) dei risultati dello studio, al convegno, introdotto dal presidente della Camera di Commercio di Brescia, Francesco Bettoni, e dal presidente del Gse, Emilio Cremona, discuteranno le prospettive delle biomasse Sergio Piccinini (Crpa), Walter Righini (Fiper) e Costantino Lato (Gse).

Nella seconda parte della mattinata, invece, è prevista una Tavola rotonda, alla quale interverranno Elvio Sonnino (Ubi – Banco di Brescia), Piero Gattoni (Consorzio Biogas Italiano), Davide Broglia (Ordine Ingegneri Brescia), Bruno Fierro (Itabia), Marino Berton (Aiel) e Gianluca Airoldi (AB Energy SpA).

La conclusioni della giornata saranno affidate al sottosegretario del ministero dello Sviluppo economico, Stefano Saglia.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.448 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner