Checchi e Magli, trapiantatrici 4.0 ad Eima 2021

La nuova Qubik per la messa a dimora di piantine di insalata, la Dual 12 Gold e la Trium trasmettono i dati a un portale cloud. Come? Con il sistema Smart Performance Control

Serena Giulia Pala di Serena Giulia Pala

checchimagli-qubik-40-eima2021.jpg

Qubik di Checchi & Magli, trapiantatrice prestante e connessa
Fonte foto: Agronotizie

Quest'anno più che mai Eima International 2021 è stata l'occasione per scoprire macchinari e attrezzi per l'orticoltura proposti da imprese specializzate.

Qubik di Checchi & Magli, ad esempio, che permette di aumentare la produttività nel trapianto dei cubetti pressati di insalata e soddisfa i principi dell'agricoltura 4.0 con un innovativo sistema.

Ogni piantina al posto giusto con Qubik

La nuova macchina presenta diversi organi lavoranti. A un rullo frontale per la preparazione del terreno seguono vomeri per l'apertura del solco che ospiterà le piantine di insalata. Pinze a controllo elettropneumatico posizionano a terra i cubetti (con misure tra 3,2 e 5 centimetri) in arrivo da guide - regolabili in larghezza e alimentate a mano dagli operatori sulla pedana posteriore - mentre attuatori lineari regolano la profondità consentendo un adattamento ottimale al terreno.

Inoltre apposite ruote livellano il terreno all'interno del solco e vomeri rincalzatori posteriori accumulano terra alla base delle piantine appena messe a dimora. Completano l'equipaggiamento un pannello digitale multifunzione per il controllo dei parametri, un telo per la protezione degli operatori dal sole e pedane laterali richiudibili per lo stoccaggio delle cassette vuote.

Qubik di Checchi & Magli al lavoro


Proposta in versioni da due a otto file con larghezze da 2,10 a 3 metri, Qubik permette di regolare la distanza tra le file (tramite manovella) da un minimo di 23 centimetri e quella sulla fila da un minimo di 5 centimetri, dando la possibilità di deporre fino a 7.200 piantine all'ora per fila. Inoltre, consente di lavorare anche a basse temperature grazie a elettrovalvole e cilindri pneumatici progettati per funzionare fino a -10 gradi.

Ulteriore plus della novità - abbinabile a trattori da 65 a 100 cavalli - è lo Smart Performance Control, sistema 4.0 opzionale che registra i dati di funzionamento della trapiantatrice e li invia, tramite la rete 4G, a un portale cloud accessibile da pc, tablet o smartphone. Entrando nel portale con username e password proprietarie, l'operatore controlla a distanza le operazioni di trapianto.
"Qubik è disponibile in Italia - dove è acquistabile con il credito d'imposta - ma anche sui mercati esteri, a cominciare da Francia, Germania e Austria" fa sapere Federico Sannini, marketing e communication manager di Checchi & Magli.

Dual 12 Gold e Trium, ora in versione 4.0

Anche le trapiantatrici Dual 12 Gold e Trium - già presenti in gamma e ideali per la messa a dimora di ortaggi in zollette coniche o piramidali - entrano nel mondo dell'agricoltura 4.0 grazie all'installazione del sistema Smart Performance Control.

Trapiantatrice 4.0 Dual 12 Gold di Checchi & Magli
Trapiantatrice 4.0 Dual 12 Gold di Checchi & Magli

Dual 12 Gold è configurabile con diverse unità (da una a sei): ogni unità prevede un distributore a 12 tazze con rotazione continua e fondo apribile. L'operatore che ha davanti a sé il distributore alimenta due file contemporaneamente e può deporre fino a 6mila piante all'ora. La macchina - con interfila regolabile da 35 a 50 centimetri - presenta un telaio telescopico o pieghevole. A seconda del numero di unità e del tipo di telaio, richiede potenze tra 30 e 110 cavalli.

Diversamente, Trium è offerta con un massimo di nove unità indipendenti, ognuna delle quali dotata di un distributore rotante a strisciamento, con dieci o 12 tazze. L'operatore alimenta una singola fila (distante dalle altre almeno 45 o 60 centimetri), arrivando a mettere a dimora fino a 6-7mila piante all'ora per fila (versione a 12 tazze). Munita di inserti per piante piccole, prolunghe per piante sviluppate e ruote costipatrici per terreni argillosi, l'attrezzatura è utilizzabile con trattori da 25 a 95 cavalli.

Smart Performance Control: tutto sott'occhio

Il sistema 4.0 di Checchi & Magli raccoglie dati grazie a un contaore e un sensore per la "misura delle battute" che sfruttano i segnali provenienti rispettivamente da un sensore in corrispondenza della ruota motrice e uno in corrispondenza dell'unità di trapianto. I dati vengono geolocalizzati tramite modulo Gps completo di antenna magnetica ed elaborati mediante un Plc prima di essere caricati in cloud.

Trium 45 di Checchi & Magli con sistema Smart Performance Control
Trium 45 di Checchi & Magli con sistema Smart Performance Control

L'azienda bolognese offre Smart Performance Control insieme a una scheda Sim prepagata con abbonamento per cinque anni e a una licenza annuale (rinnovabile per cinque anni) relativa al canone per lo spazio dati in cloud.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: eima fiere innovazione orticoltura macchine agricole attrezzature

Temi caldi: Eima International 2021

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 277.176 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner