Nuova Serie 4 Stage V: star Landini ad Eima

Gli inediti trattori utility da 61 a 75 cavalli, insieme agli specializzati Rex 3F e ai modelli Serie 7, approdano prima ad Eima Digital Preview per poi fare rotta verso Eima 2021

landini-serie4-stagev-eima2020.jpg

Landini Serie 4 Stage V debutta ad Eima Digital 2020
Fonte foto: Argo Tractors SpA

Landini - che quest'anno rinnova l'offerta da cima a fondo - lancia la Serie 4 Stage V prima in "rete" ad Eima Digital Preview (11-15 novembre 2020) e poi all'Eima fisica a Bologna (3-7 febbraio 2021). Ad accompagnare la novità in fiera le Serie 7 e Rex 3F Stage V, svelate rispettivamente a Fieragricola 2020 e la scorsa estate, nonché il Rex 4 Electra-Evolving Hybrid, premiato al concorso Novità tecniche 20-21.
 

Stage V per la Serie 4

I nuovi modelli light utility 4-060, 4-070 e 4-080 sono leggeri, efficienti e disponibili con cabina o piattaforma. Indicati per le aziende agricole medio-piccole in cerca di mezzi confortevoli, convenienti e versatili, montano motori di nuova generazione Kohler Stage V a 4 cilindri e 16 valvole che - con Turbo intercooler e iniezione elettronica Common Rail - offrono prestazioni migliorate in termini di riserva di coppia e maggiori potenze, pari a 61, 68 e 75 cavalli.
Il sistema Engine memo switch memorizza e richiama rapidamente il numero di giri motore garantendo consumi minimi rispetto alla potenza richiesta, mentre il serbatoio contiene fino a 85 litri di gasolio.

I tre modelli sono arricchiti da un nuovo design e dalla cabina Total view slim che - ben insonorizzata e progettata con allestimenti automotive per aumentare il comfort - possiede tetto Slim ribassato con tettuccio trasparente, pavimento piatto, climatizzatore, cruscotto solidale al volante e comandi ergonomici. Dal posto guida l'operatore può gestire al meglio ogni cosa, in primis la nuova trasmissione Powershuttle da 12AV + 12RM con inversore idraulico al volante o da 24AV + 24RM con Hi-Lo ed inversore meccanico.

L'impianto idraulico con portata di 52 litri al minuto serve il sollevatore posteriore a comando meccanico (configurazione base) con attacco a tre punti Cat.2 e capacità massima di 3mila chilogrammi. Il sollevatore con regolazione della velocità di discesa e di bloccaggio della posizione può essere dotato a richiesta del comando remoto per l'aggancio degli attrezzi in autonomia dal parafango posteriore e del sistema Ergonomic lift system (Els) per la velocizzazione delle manovre a fine campo e l'aumento della produttività.

La Serie 4 si distingue anche per il passo di 2.115 millimetri e per il robusto assale anteriore con bloccaggio differenziale limited slip di serie e doppia trazione a innesto elettroidraulico. Questo assetto assicura eccellenti capacità di trazione e stabilità in campo come su strada e una grande efficienza nei lavori con il caricatore frontale. Inoltre, l'ampia oscillazione dell'assale, l'elevata luce libera da terra e l'angolo di sterzata di 55 gradi rendono i trattori maneggevoli, mentre la guida idrostatica permette sterzate dolci anche a bassi regimi.
 

Rex 3F, concentrato di innovazioni

Tre le principali novità per gli specializzati Rex 3-060 F, 3-070 F e 3-080 F/GE da 55, 68 e 75 cavalli: la motorizzazione Stage V, la nuova linea del cofano e la cabina Low Profile. Attivi a regimi gestibili con il pulsante Engine memo switch, i propulsori a 4 cilindri Kohler da 2.5 litri esprimono riserve di coppia del 50, 45 e 32% e sono abbinati ad una trasmissione con inversore meccanico che, con creeper, mette a disposizione 16AV + 16RM in un intervallo di velocità da 0.4 a 40 chilometri orari.
 
Landini Rex 3F con cabina Low Profile in vigneto
Landini Rex 3F con cabina Low Profile in vigneto

La cabina Low Profile dei Rex 3F - agili in vigneto e frutteto grazie al passo, al peso contenuti e alle dimensioni compatte - si presenta con struttura mono-scocca e con un'altezza complessiva da terra di 1.87 metri, ideale per garantire il rispetto del fogliame come pure il comfort del driver. A bordo l'utente trova un volante inclinabile, un cruscotto multifunzione, il tunnel centrale privo di leve, l'impianto dell'aria condizionata e la telecamera posteriore in opzione. In più, può usare il sistema di telemetria Landini fleet management per ottimizzare la gestione dei trattori e ridurre i tempi di fermo.

Il circuito idraulico invia 30 litri al minuto allo sterzo e 50 litri al minuto ai distributori e al sollevatore posteriore a controllo meccanico con Els che alza 2.700 chilogrammi. Il sollevatore anteriore con capacità di mille chili è in opzione. Da segnalare anche il telaio sotto-cabina che permette l'installazione di varie attrezzature ventrali, l'assale anteriore ad innesto elettro-idraulico che offre un angolo di sterzo di 55 gradi e le ruote posteriori da 20 pollici (versione GE) o 24 pollici (versioni F) con cerchi tipo Waffle, atti a sopportare carichi elevati.
 

Serie 7: simbolo di potenza e tecnologia

Al centro della scena nello stand virtuale del brand di Argo Tractors, i modelli 7-200, 7-210 e 7-230 con equa distribuzione del peso (46% anteriormente e 54% posteriormente) ed alta efficienza di traino offrono potenze oltre i 200 cavalli grazie a motori a sei cilindri FPT Nef Stage V da 6.7 litri. Punti di forza della serie sono il telaio in ghisa che garantisce diversi vantaggi e l'Engine brake system che permette di aumentare la coppia frenante attivando il freno motore insieme ai normali freni.
 
Landini Serie 7 con carrobotte Visini su strada
Landini Serie 7 con carrobotte Visini su strada

La confortevole cabina dispone della Semi-Active Cab Suspension che - controllata da una centralina per la modifica del comportamento degli ammortizzatori - consente al conducente di gestire le sospensioni a suo piacimento selezionando tre diversi livelli. A bordo la tecnologia non manca: l'intelligente Advanced driving system2 facilita l'esperienza di guida, il sistema Precision steering management (Psm) assicura ottime prestazioni nelle attività che richiedono precisione, il Landini fleet management permette il controllo a distanza dei parametri macchina.
Inoltre, tramite il monitor touchscreen DSM da 12 pollici il driver può accedere al menu MyLights per programmare i fari (12 Led sul tetto) e al menu MyFunctions per attribuire a cinque pulsanti altrettante funzioni.

L'impianto idraulico a centro chiuso da 123 litri al minuto prevede una pompa da 44 litri al minuto per lo sterzo, una pompa opzionale Ultra Flow da 160 litri al minuto e distributori elettroidraulici configurabili. Se il sollevatore posteriore raggiunge i 9.300 chilogrammi, quello anteriore con sensore di posizione integrato direttamente al telaio arriva a 3.500 chili.

Completano l'equipaggiamento l'assale anteriore con sospensione a bracci indipendenti e il nuovo sistema Landini EazyGrip per la regolazione della pressione dei pneumatici. Integrato tramite Isobus nel monitor DSM, EazyGrip permette di aumentare aderenza e trattività in campo come su strada e di ridurre il consumo di carburante e l'usura del treno di gomme.