I sogni di Alberto

Dedicato a studenti ambosessi di IV e V di istituti tecnici e professionali in meccanica, meccatronica e agrari, il bando "Premio Alberto Cocchi" offre 5mila euro in borse di studio a copertura di uno stage professionalizzante presso un concessionario di macchine agricole

Michela Lugli di Michela Lugli

alberto-cocchi.jpg

Alberto Cocchi
Fonte foto: Unacma

Il pensiero di Alberto Cocchi, con cui ho avuto il piacere e l'onore di condividere molti momenti professionali e ludici, mi genera un moto di affetto ed un sorriso e, proprio perché mi fa pensare a lui, sono immensamente felice di poter scrivere del "Premio Alberto Cocchi".
 

Il sogno di Alberto...

La realizzazione di un sogno è un evento magico ma avere qualcuno che si preoccupa di dare concretezza al tuo desiderio quando per te è diventato impossibile farlo, è impagabile. Il sogno di Alberto era che in Italia ci fosse una scuola di specializzazione in meccatronica agricola così come esiste in Svizzera. E negli ultimi anni della sua malattia ha pensato intensamente all'idea di destinare una somma che consentisse di avviare una borsa di studio per gli studenti che volessero intraprendere la carriera nel mondo della meccanica agraria"Per questo motivo - scrive Unacma - aveva rapporti costanti con istituti di meccatronica esistenti in Italia e si era impegnato nella promozione di attività di divulgazione nelle fiere: dapprima con Agrilabor e in seguito con il Mech@griJOBS".
 

...diventa realtà

Indetto dagli eredi di Alberto, il bando che si avvantaggia del supporto valutativo ed attuativo di Unacma, mette a disposizione 5mila euro suddivisi in tre borse di studio (2.500, 1.500 e mille euro) destinate a studenti, ambosessi con rendimenti meritevoli in termini di profitto scolastico, del IV o V anno di istituti tecnici e professionali di secondo grado, pubblici o equiparati, a indirizzo industriale, meccanico, meccatronico e agrario di tutta Italia. La somma copre, anche parzialmente, i costi di uno stage professionalizzante della durata di otto settimane (minimo duecento ore effettive) presso uno dei concessionari di macchine agricole indicati da Unacma.
 

Come partecipare

Gli studenti interessati a partecipare possono inviare la propria candidatura rivolgendosi al dirigente scolastico o agli insegnanti, inviando entro e non oltre il 20 dicembre 2020 una mail all'indirizzo premioalbertococchi@unacma.it. In questa pagina il bando completo.

La commissione che si occuperà di assegnare le borse di studio sarà composta da un membro nominato dagli eredi di Alberto, un membro nominato da Unacma e un membro nominato dal magnifico rettore dell'Università di Reggio Emilia.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 250.702 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner