Coronavirus, l'Abruzzo semplifica le assegnazioni del gasolio agricolo

La regione ha disposto una significativa riduzione delle procedure burocratiche per richiedere e rifornirsi del gasolio agricolo per tutto il periodo dell'emergenza Covid-19. All'interno i dettagli e la modulistica per poter ritirare il carburante

Matteo Giusti di Matteo Giusti

trattore-macchine-agricole-campo-arato-by-oticki-fotolia-750.jpeg

Gasolio agricolo, l'Abruzzo semplifica le procedure per il ritiro per l'emergenza Covid-19 (Foto di archivio)
Fonte foto: © Oticki - Fotolia

La Regione Abruzzo, con la determinazione DPD030 del 13 marzo 2020, ha semplificato le procedure per richiedere e per ritirare il gasolio agricolo per tutto il periodo dell'emergenza dovuta al Covid-19, e cioè fino al 3 aprile prossimo.

In questo momento infatti non è possibile effettuare la domanda informatica per questioni tecnico-burocratiche dovute al rinnovo della convenzione per l'uso del sistema informatico e allo stesso tempo gli uffici regionali e provinciali preposti a ricevere le domande cartacee sono chiusi per limitare i contatti tra le persone.

Gli agricoltori che hanno bisogno di gasolio quindi potranno 'fare da sé' usando un modello di autocertificazione e recandosi direttamente al distributore per prelevare il carburante.
 

Come funziona

Gli agricoltori devono compilare un modulo di autocertificazione in cui dichiarano:
  • il numero del libretto di controllo Uma,
  • il quantitativo di gasolio ritirato nel 2019,
  • le rimanenze del 2019,
  • la quantità che intendono prelevare di qui al 3 aprile prossimo (che non può superare il 50% della quantità del 2020).

Con questo modulo, l'agricoltore può recarsi al distributore autorizzato e ritirare il gasolio. Possibilmente ogni agricoltore deve recarsi da un unico distributore.

Il modulo di autocertificazione dovrà poi essere consegnato agli uffici preposti in fase di denuncia annuale, cioè entro il 30 giugno 2020.


Chi ne ha diritto

Possono usufruire di questa modalità semplificata tutti gli agricoltori abruzzesi che abbiano diritto all'assegnazione del carburante agricolo agevolato. Per farlo devono:
  • avere partiva Iva come imprenditore agricolo;
  • essere iscritti al Registro imprese agricole della Camera di commercio;
  • essere in possesso e condurre terreni agricoli come da fascicolo aziendale;
  • avere a disposizione un parco macchine adeguato alle lavorazioni eseguibili;
  • avere il libretto di controllo Uma compilato e aggiornato con le quantità e i consumi del 2019.

Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda alla pagina ufficiale del provvedimento e al testo completo della determinazione DPD030 del 13 marzo 2020.

Scarica il modello di autocertificazione carburante agricolo


Leggi anche "Gasolio agricolo, cosa cambia ai tempi del coronavirus in Lombardia"

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Regione Abruzzo

Autore:

Tag: burocrazia gasolio agricolo politiche regionali

Temi caldi: Coronavirus

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.533 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner