Irrigazione, è ora di usare il cervello di NetBeat

Monitoraggio dei parametri di campo, analisi dei dati raccolti e controllo dell'impianto irriguo possono ora essere gestiti con un unico rivoluzionario sistema Netafim, ancora in fase di sviluppo

Info aziende
netafim-netbeat-netmcu.jpg

MCU di Netafim NetBeat™, al fianco degli operatori per ottimizzare gli interventi irrigui
Fonte foto: Netafim Italia

Come per ogni operazione svolta in ambito agricolo, anche per l'irrigazione servono attenzione e riflessione. In aiuto degli agricoltori che amano far lavorare la testa in campo arriva il nuovo NetBeat, primo sistema con il cervello per la gestione dell'acqua in agricoltura sviluppato da Netafim e capace di cambiare in modo radicale l'approccio all'irrigazione e alla fertirrigazione.

A chi pensava che fosse impossibile usare una soluzione "all in one" in grado di raccogliere informazioni in campo, analizzare i dati e - nello stesso tempo - controllare l'impianto irriguo per l'aumento dell'efficienza d'uso della risorsa idrica e della sostenibilità degli interventi irrigui, Netafim ha dimostrato il contrario svelando ad Eima International 2018 l'innovativo NetBeat.
 
Netafim NetBeat™, tool 'tutto in uno' per l'irrigazione
Netafim NetBeat™, tool 'tutto in uno' per l'irrigazione

Sono stati necessari tre anni e più di 100mila ore di lavoro per permettere agli oltre 40 ingegneri coinvolti di ispirarsi a tool all'avanguardia usati in ambito militare, combinare le tecnologie per l'irrigazione attualmente disponibili - dai sensori ai sistemi di supporto decisionale DSS - in un unico prodotto e realizzare sia il software basato su cloud sia l'hardware del dispositivo.
 

Tutti i segreti di NetBeat

L'ultima trovata dell'azienda israeliana entra in funzione quando le informazioni utili raccolte in campo arrivano alle NetRTU - remote terminal units, che leggono qualsiasi ingresso (sensori) e trasmettono i dati alla NetMCU - main control unit. Quest'ultima comunica costantemente con il software cloud che analizza le informazioni registrate a livello della coltura o provenienti da sorgenti esterne (meteo, satelliti) e usa modelli colturali integrati per elaborare consigli sull'irrigazione.

Basandosi sulle indicazioni del sistema, gli operatori possono gestire le attività in campo inviando comandi dalla dashboard dell'unità principale alle unità remote, incaricate di attivare le uscite di comando (valvole, pompe, dosatori). Le NetRTU funzionano fino a 10 chilometri di distanza con opportuni ripetitori e sono alimentate da una batteria che dura tre anni, mentre la NetMCU controlla più linee principali e può essere gestita da pc o smartphone tramite Wi-Fi, Bluetooth, rete cellulare, LoRa radio.
 
Remote terminal units NetRTU™ del sistema NetBeat™
Remote terminal units NetRTU™ del sistema NetBeat™

NetBeat si distingue da tutti gli altri dispositivi presenti sul mercato perché combina il rilevamento dei dati in tempo reale, l'analisi smart, il controllo continuo dell'impianto in una sola piattaforma, dando vita di fatto ad un ciclo chiuso. In più, vanta una professionalità impareggiabile grazie all'uso di modelli colturali dinamici che forniscono consigli irrigui mirati e della tecnologia cloud, senza la quale non sarebbe possibile integrare parti terze o accedere in remoto.
I punti di forza di NetBeat non finiscono qui. L'interfaccia semplice, intuitiva e incentrata sulla clientela rende il cervello facile da usare, mentre la struttura modulare gli permette di adattarsi senza problemi a differenti condizioni e di esaudire i desideri tanto dei proprietari di grandi imprese agricole quanto dei piccoli imprenditori del settore.
 
Analisi dei dati raccolti in campo con Netafim NetBeat™
Analisi dei dati raccolti in campo con Netafim NetBeat

Gli agricoltori di tutto il mondo potranno ottimizzare gli interventi d'irrigazione senza incontrare difficoltà nell'implementazione in azienda del tool, che - nato come piattaforma aperta - può interagire con apparecchi già diffusi in agricoltura e può divenire progressivamente ancora più efficiente grazie alle competenze agronomiche, di digital farming sviluppate da Netafim nell'arco di decenni e ai risultati di 50mila progetti curati dalla casa in ogni angolo del pianeta.

Per usare NetBeat - sinonimo di rese maggiori, costi inferiori, rischi minimi e gestione semplificata - e toccare livelli di efficienza mai visti prima nell'irrigazione, sarà necessario aspettare ancora un poco. Il sistema, infatti, è in fase di sviluppo e, a tempo debito, la sua distribuzione verrà affidata solo a dealer esclusivi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 185.535 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner