Il grande ritorno di Continental in agricoltura

Dopo tredici anni l'azienda tedesca rientra nel mercato dei pneumatici agricoli con due novità prodotto: Tractor 70 e Tractor 85. In arrivo anche due modelli della Serie 65 e molte proposte tecnologiche

Info aziende
continental-stand-2018-jpg.jpg

Lo stand Continental alla scorsa Agritechnica
Fonte foto: Agronotizie

"Avere i giusti pneumatici è essenziale per una maggiore produttività e qualità di lavoro. Per questo motivo abbiamo deciso di ritornare nel campo dell'agricoltura per offrire ai nostri clienti prodotti altamente efficienti".

È con queste parole che Nikolai Setzer, membro dell'executive board di Continental e capo della divisione Tire, ha ufficialmente annunciato - in occasione di Agritechnica 2017 - il ritorno di Continental nel business dei pneumatici agricoli dopo tredici anni di assenza.

"Un passo importante per noi e per la crescita della divisione Tire" ha proseguito Setzer. "Il nostro impegno e i nostri piani d'investimento a lungo termine dimostrano che siamo convinti di proseguire lungo questa strada di mercato".
 
A sinistra Hans-Jürgen Duensing, responsabile del segmento Off-Highway e a destra Nikolai Setzer, capo della divisione Tire
A sinistra Hans-Jürgen Duensing, responsabile del segmento Off-Highway e a destra Nikolai Setzer, capo della divisione Tire
 
"Siamo un'azienda premium e offriamo prodotti premium". Nascono sotto questo claim i nuovi pneumatici per trattori Tractor 85 e Tractor 70 - primogeniti nella gamma di radiali per agricoltura - e due nuovi modelli TractorMaster e CombiMaster disponibili da luglio 2018 nelle prime tre misure. 

Come fa sapere Ralf Krieger, capo dello sviluppo e industrializzazione dei pneumatici agricoltura della divisione Specialty Tires, "l'obiettivo dell'azienda è ambizioso. Dopo il lancio di Tractor 70 e Tractor 85, il pacchetto prodotto di pneumatici agricoli si estenderà a un totale di 100 misure entro il 2019".

Continental offre inoltre un ampio assortimento di strumenti tra cui la sensoristica, confermandosi azienda di riferimento per il mondo dell'agricoltura moderna, nel rispetto dell'ambiente e delle risorse.
 

Tractor 85 e Tractor 70: si riparte da qui!

Apripista della gamma agri, i pneumatici radiali Tractor 85 e Tractor 70 hanno debuttato in anteprima mondiale alla kermesse di Hannover.

Accomunati dalla filosofia "Engineered for Efficiency", sono stati progettati per aumentare le prestazioni dei macchinari agricoli e la qualità del lavoro, riducendo al contempo le risorse impiegate.
In aggiunta, l'innovativo tallone a singolo cavo e lo speciale nylon denominato N.flex (in attesa di brevetto), rendono i nuovi prodotti robusti, durevoli, assicurando comfort di guida e forza di trazione. 
 
Pneumatico Tractor 85 R38 esposto presso lo stand di Continental
Pneumatico Tractor 85 R38 esposto presso lo stand di Continental

Estremamente robusto, il modello tuttofare Tractor 85 si presta per tutti i tipi di impiego e si adatta perfettamente al terreno irregolare, mentre Tractor 70, resistente quanto il suo compagno ma molto più ampio, è studiato per offrire massima trazione e protezione del suolo grazie alla ridotta compattazione. Buone anche le proprietà autopulenti che, unite alla grande impronta del battistrada, garantiscono elevati livelli di produttività.
 
Modello Tractor 70 nella misura R38
Modello Tractor 70 nella misura R38

I pneumatici agricoli Continental nascono nel nuovo stabilimento di Lousado (Portogallo) dotato di un avanzato impianto di produzione e costruito in meno di due anni grazie a un investimento pari a 49,9 milioni di euro.
All'interno del sito di produzione, l'azienda ha allestito un centro di prove e sviluppo nel quale i pneumatici agricoli sono testati e ulteriormente migliorati.
 

In arrivo TractorMaster e CombiMaster

A pochi mesi da Agritechnica, Continental, come promesso, annuncia l'ulteriore estensione della gamma di pneumatici radiali agricoli inserendo, a integrazione dei modelli standard Tractor 70 e 85, la versione "advanced" TractorMaster parte della Serie 65 e CombinMaster, pneumatico ideato per mietitrebbie nella misura 800/65 R32 178 A8.

I nuovi prodotti, che saranno lanciati sul mercato a partire da luglio 2018, abbracciano nel nome la logica scelta da Continental per i suoi prodotti OTR: il nome del tipo di veicolo per cui sono stati sviluppati seguito dal suffisso Master.
 

Dei sensori per aumentare l'efficienza delle macchine

Con al centro del mirino la sostenibilità ambientale, la casa costruttrice - oltre ad espandere il proprio business - ha come obiettivo quello di rafforzare la connettività, l'automazione e la digitalizzazione del settore agricolo per spingersi sempre di più verso un'agricoltura 4.0.

Per tale motivo, in occasione del salone tedesco, l'azienda ha presentato una ricca gamma di innovazioni partendo da sensori in grado di raccogliere dati per monitorare le condizioni dei componenti e fornire informazioni utili all'operatore in tempo reale.
 
Le soluzioni proposte dalla casa sono realizzate per massimizzare l'efficienza delle attività agricole
Le soluzioni proposte dalla casa sono realizzate per massimizzare l'efficienza delle attività agricole
 
La tecnologia sensoristica - fa sapere il management - aumenta l'efficienza delle macchine ed estende la durata dei componenti. Non solo. "Il monitoraggio preventivo aiuta l'agricoltore a intervenire prima che si verifichi un guasto sul componente e consente di sostituirlo se necessario. In questo modo si aumenta la sicurezza operativa e si riducono costi e tempi di fermo non programmati" ha chiarito Hans-Jürgen Duensing, membro dell'executive board e responsabile del segmento Off-Highway.

Al momento il team di gestione dell'innovazione di Continental sta lavorando su dei sensori per il controllo continuo delle cinghie di trasmissione: in caso di guasti, la tecnologia invia un avviso all'operatore e il componente verrà sostituito prima che si verifichi un danno maggiore.
 

Cingoli in gomma: più controllo, più longevità

Anche i cingoli in gomma stanno diventando sempre più intelligenti. Ad affermarlo è proprio la casa costruttrice che li ha dotati di sensori in grado di misurare e monitorare costantemente la temperatura della carcassa in fase di utilizzo. 

Se l'accumulo di calore all'interno del cingolo supera una certa soglia, il conducente viene informato mediante un avviso inviato al display posto in cabina.
 
I cingoli in gomma sono allestiti con innovativi sensori per prevenire i danni
I cingoli in gomma sono allestiti con innovativi sensori per prevenire i danni

L'innovativa soluzione - presentata al pubblico per la prima volta ad Agritechnica - risulta particolarmente utile soprattutto quando si effettua uno spostamento su strade asfaltate poiché qui i cingoli in gomma sono soggetti ad una maggiore usura.

"Tale tecnologia aiuta gli agricoltori a estendere la vita utile dei componenti, aumentare la loro efficienza e ridurre i costi di riparazione" ha chiosato Michael Hofmann, responsabile di industrial belting solutions presso il ContiTech Conveyor Belt Group.
 
Cingolo esposto al salone tedesco lo scorso novembre
Cingolo esposto al salone tedesco lo scorso novembre
Tra i vantaggi offerti dai cingoli in gomma si ricorda l'elevato grip su terreni morbidi anche con potenze superiori ai 500 cavalli e il plus di disporre di una superficie di contatto più ampia rispetto ai pneumatici, utile a distribuire più uniformemente il peso e quindi ridurre la compattazione del terreno.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.363 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner