Irritec promuove soluzioni digitali per l'agricoltura in Africa

In occasione della conferenza "World Food Security E-Center" il brand ha condiviso la propria esperienza svolta in Tunisia e Senegal dove sono stati introdotti i sistemi Shaker Pro e Rotofilters

Info aziende
irritec-ubibanca-2018.jpg

Un momento della conferenza 'World Food Security E-Center'
Fonte foto: Irritec

Lo scorso 23 gennaio, presso la sede UbiBanca di Milano, il Gruppo Irritec ha partecipato alla conferenza "World Food Security E-Center: per la sicurezza e lo sviluppo alimentare nell'era digitale" promossa da OCCAM, Osservatorio della comunicazione digitale affiliato all'Onu.

Il "World Food Security E-Center" è volto a valorizzare e a far conoscere tutte le applicazioni digitali per l'agricoltura che vengono richieste in Africa, per favorire una crescita della produttività agricola ad un tasso maggiore rispetto alla media globale.
 

Irritec: un esempio da seguire

Durante il meeting - che vedeva tra i partecipanti anche Coldiretti e diverse Ong - Giulia Giuffrè, marketing manager di Irritec, è intervenuta per parlare delle soluzioni digitali proposte dall'azienda per rendere automatica, precisa e tempestiva la distribuzione dell'acqua e delle soluzioni nutritive nel continente africano.

Giulia Giuffrè ha poi condiviso con i partecipanti l'esperienza del brand avvenuta in Tunisia e Senegal dove è stato utilizzato un approccio diverso per introdurre i sistemi Shaker Pro e Rotofilters: "In entrambi i casi gli approcci si sono dimostrati di successo e gli imprenditori agricoli hanno riscontrato i vantaggi dell'automazione tantoché, alcuni di loro, hanno chiesto di ampliare l'automazione in altri campi".

"La cultura ed il difficile accesso all'energia elettrica rendono complessa l'introduzione delle soluzioni digitali in alcune regioni africane. È difficile comprendere quale impatto avrà la digitalizzazione dell'agricoltura in Africa in termini di incremento della produttività, ma quello che appare evidente è che la tendenza è positiva e la digitalizzazione rende più attraente per i giovani l'idea di avviare un'impresa agricola in modo efficiente e moderno" ha concluso Giulia Giuffrè.