"Agricoltura digitale: le opportunità di oggi, le idee per il futuro"

Dai sensori alla decision farming: agricoltori, tecnici, contoterzisti sempre più innovativi

Cristiano Spadoni di Cristiano Spadoni

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agroinnovation-tour-convegno-agricoltura-digitale-eima-2016-11-novembre.jpg

I relatori ed i partecipanti all'AgroInnovation Tour in EIMA International - convegno dedicato all'Agricoltura digitale. Dall'angolo in alto a sinistra: il pubblico, A. Assirelli del CREA Ingegneria, Roberto Rinaldin di Unacma, Ivano Valmori di Image Line, Stefano Baldi di Nomisma, Roberto Guidotti di CAI-Unima-Confai, Giuliano Oldani per Uncai, Cristiano Spadoni e Stefano Baldi, il pubblico
Fonte foto: AgroInnovation Tour - EIMA International - video e foto

Internet of Things, Big Data, Cloud computing sono già oggi il lessico di una nuova agricoltura. Non quella del futuro. 
Lo testimoniano le ricerche condotte da Image Line e Nomisma su digital e innovazione.
EIMA International 2016 è stata fra le più "social" di sempre - con oltre 500.000 interazioni con i contenuti pubblicati sulla fan page ufficiale dallo staff dell'EIMA Social Team curato da Macgest/AgroNotizie e Federunacoma - e fra le più ricche di tecnologie premiate dal Concorso Novità: un palcoscenico perfetto per valutare lo stato dell'arte e le prospettive per l'agricoltura digitale.

Durante la 5 giorni bolognese, i visitatori hanno "giocato con l'innovazione" grazie alle tre postazioni multimediali progettate da Image Line in collaborazione con il Museo Nazionale di Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano (game design by Digital Tales): un percorso di edutainment sviluppato sulle parole chiave "Conoscere", "Connettersi", "Raccontare", veri e propri driver dell'innovazione e linee guida dell'AgroInnovation Tour di Image Line.

Nel pomeriggio dell'11 novembre, spazio alla divulgazione con il convegno "Agricoltura digitale: le opportunità di oggi, le idee per il futuro" al quale, oltre ai referenti di Image Line e Nomisma, ha preso parte un ampio parterre di relatori. Alberto Assirelli, Ricercatore Crea Ingegneria, ha affrontato le tematiche dell’agricoltura digitale e dell’agricoltura di precisione tra ricerca, applicazioni e criticità, mentre il confronto sull'implementazione pratica di queste evoluzioni è stato affidato ai rappresentanti delle associazioni dei contoterzisti e dei concessionari: Giuliano Oldani, Presidente APIMA Milano, Lodi, Como e Varese, in rappresentanza di UNCAI – Unione Nazionale Contoterzisti Agromeccanici e Industriali; Roberto Guidotti, Responsabile tecnico CAI – Coordinamento Agromeccanici Italiani; Roberto Rinaldin, Presidente UNACMA – Unione Nazionale Commercianti Macchine Agricole.
 

Agricoltori, tecnici, contoterzisti - dedicate a loro le prime tre fasi della ricerca

Fase 1 - Agricoltori. Sorprendente l’interesse verso i droni da parte degli agricoltori, il 43% li conosce e sarebbe interessato ad utilizzarli per gestire le proprie coltivazioni; suscita attenzione anche l’impiego della realtà aumentata per monitorare lo stato di salute delle coltivazioni. Il 28% si dichiara interessato all’utilizzo di tali dispositivi.

Fase 2 - Consulenti. L’82.3% dei consulenti (fra i quali agronomi, agrotecnici, periti agrari) usa quotidianamente internet per la propria attività, percentuale importante anche rispetto al 61% degli agricoltori che hanno accesso alla rete. Le principali informazioni ricercate sono aggiornamenti normativi e di settore (21.4%), seguite da informazioni su tecniche e trattamenti per le colture (18.6%) e su bandi e altre opportunità di finanziamento (18.2%).
Le previsioni meteo, consultate quotidianamente dal 35.2% degli agricoltori e dall’11.9% dei consulenti, sono protagoniste dell’utilizzo di app - su mobile o su web - da parte di entrambi i campioni (82.5% dei consulenti e 80.5% degli agricoltori che usano APP e/o web application).

Fase 3 - Contoterzisti. “Le ricerche condotte con Nomisma" ha dichiarato Ivano Valmori, fondatore di Image Line "ci forniscono un quadro preciso di come l’innovazione tecnologica stia diventando un importante driver di cambiamento della filiera agroalimentare e dei suoi protagonisti. Sono convinto, infatti, che riconoscere il valore della rete, sfruttandone le infinite possibilità, consentirà all’agricoltura italiana di acquisire grandi vantaggi in termini di competitività e sostenibilità. E la collaborazione con Nomisma ci consente di leggere e interpretare le trasformazioni che interessano anche le attività dei professionisti dell’agrimeccanica, protagonisti di EIMA 2016”.
Secondo i risultati preliminari della terza fase della ricerca (maggiori informazioni sulla pagina dedicata all'AgroInnovation Monitor), è crescente l'attenzione dei contoterzisti nei confronti del digitale.

"Gran parte delle imprese (78%)" spiega Stefano Baldi, project manager di Nomisma "dichiara di utilizzare internet per la propria attività da oltre 6 anni mentre circa il 17% gestisce un proprio sito internet a dimostrazione di come ormai si tratti di uno strumento ampiamente consolidato. È interessante osservare come internet rappresenti il primo strumento con cui le imprese agromeccaniche si avvicinano alle innovazioni più recenti (32% degli intervistati), seguito da vicino dalle prove in campo necessarie comunque per “toccare con mano” i nuovi strumenti di lavoro (30%)”.
Un quadro che delinea la tendenza del settore ad affidarsi e affidare sempre più compiti agli strumenti che l’innovazione tecnologica mette a disposizione. 

Le opportunità offerte dalla rete" ha spiegato Cristiano Spadoni, Responsabile Marketing Image Line in apertura del convegno "hanno favorito lo sviluppo di applicativi digitali, come il QdC® - Quaderno di Campagna, che, unitamente agli strumenti dell’Agricoltura di Precisione - satelliti, sistemi GPS, sensori intelligenti e droni - supportano in modo efficace e sostenibile le diverse operazioni colturali. In questo scenario di profonda innovazione, i contoterzisti agromeccanici rappresentano un anello di congiunzione importante per il trasferimento della ricerca dal mondo dell’innovazione al campo. Attraverso le loro attività sono interpreti della trasformazione digitale che sta vivendo l’agricoltura italiana ed europea. Non da meno il ruolo dei distributori di mezzi tecnici e dei concessionari di trattori e macchine per l’agricoltura, ai quali saranno dedicate le prossime indagini su digitale e innovazione”.

In corrispondenza di questo articolo sono disponibili le relazioni presentate nel corso del convegno:

Foto: scarica qui le immagini dalla gallery ufficiale.
 

Le ricerche Image Line - Nomisma consegnate all'on. Paolo De Castro

Ivano Valmori consegna a De Castro ricerca Nomisma

L'evento dell'AgroInnovation Tour è stato aperto dal video messaggio di Paolo De Castro, Coordinatore S&D - Commissione Agricoltura e sviluppo rurale al Parlamento Europeo, che ha ricevuto da Ivano Valmori, il volume che raccoglie le due ricerche condotte da Image Line insieme a Nomisma sull’innovazione nell’agricoltura italiana.


Sono molto lieto di aver illustrato all’on. De Castro i risultati delle ricerche condotte insieme a Nomisma" ha dichiarato Valmori "la nostra presenza ad EIMA rappresenta un’importante occasione di confronto e condivisione sulle opportunità dell’agricoltura digitale. Grazie alla collaborazione con Nomisma, Image Line continua a leggere i profondi cambiamenti che sta vivendo il settore: la trasformazione digitale oggi coinvolge tanto l’azienda agricola quanto le attività di professionisti come i contoterzisti".
 

Agricoltura 4.0

L'innovazione è nel Dna dei professionisti del settore agricolo. Ma non è una mera questione tecnica. La trasformazione digitale è una questione culturale e come tale va affrontata.
Gli stessi rappresentanti delle istituzioni e dell'associazione europea dei costruttori (Cema) intravvedono una quarta rivoluzione dell'agricoltura nella quale il digitale sarà l'ecosistema dove un nuovo approccio verso un'agricoltura ancor più sostenibile, dal punto di vista economico, sociale e ambientale, potrà svilupparsi ed evolversi.

I tweet ed i link sotto riportati sono stati presentati nell'ambito della relazione introduttiva del convegno in oggetto.

 


 
 
 



Per saperne di più sull'AgroInnovation Tour, guarda la video-gallery:


 


La Survey di Nomisma dedicata ai contoterzisti: campione d'indagine e metodologia
Il questionario di rilevazione, somministrato con modalità CAWI (Computer Assisted Web Interviewing), è composto da circa 30 domande a prevalente risposta chiusa strutturato in diverse sezioni (strumenti, frequenza e modalità di accesso ad internet; principali informazioni ricercate; efficacia dei diversi strumenti; percezione su innovazioni tecnologiche di ultima generazione disponibili in agricoltura, …).
Il campione oggetto di indagine è composto da contoterzisti agromeccanici che (negli ultimi 12 mesi) hanno utilizzato internet a supporto della loro attività. 
L’universo di riferimento è stato costruito a partire dall’anagrafica della community di Image Line e da quella degli associati a Confai, Uncai e Unima.
La rilevazione è iniziata a fine ottobre 2016 ed è tuttora in corso, per questo motivo i risultati presentati sono da considerarsi parziali.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.573 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Fotogallery