Contoterzisti e Kverneland insieme verso il futuro

Il gruppo, leader mondiale nella produzione di attrezzature all’avanguardia, nel corso dell'evento "Il contoterzista regista dell'innovazione", organizzato nella sede di Castiglione delle Stiviere, ha messo al centro la categoria e il suo ruolo chiave

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

conferenza.jpg

Un momento della conferenza del 25 febbraio 2016
Fonte foto: Kverneland Group Italia

Kverneland Group Italia, in collaborazione con il coordinamento agromeccanici italiani Cai, nato dall'unione delle associazioni sindacali degli agromeccanici Unima e Confai, e le ditte sementiere Dekalb-Monsanto e Sipcam Italia, ha dedicato un’intera giornata per informare i contoterzisti sugli strumenti più adatti a rispondere alle richieste della nuova Pac, sempre più orientata all'agricoltura conservativa e alla precision farming.

All'evento dal titolo "Il contoterzista regista dell'innovazione" che si è svolto lo scorso 25 febbraio nella sede del Gruppo a Castiglione delle Stiviere (Mn), hanno partecipato diverse aziende e trecento contoterzisti, tra gli operatori più importanti e attenti all'innovazione nel panorama agricolo italiano.

Kverneland, "Isobus Company"
Ad aprire la giornata,  Eleonora Benassi, amministratore delegato di Kverneland Group Italia.
 
Eleonora Benassi, amministratore delegato di Kverneland Group Italia

Dati di Nomisma ci dicono che i contoterzisti sono sempre più ricercati dagli agricoltori per la mancanza di macchinari adatti, per il contenimento dei costi operativi e per la qualità delle lavorazioni – ha dichiarato Benassi - Pare che la gestione globale del 10 per cento delle aziende italiane sia affidata a questi specialisti del settore”.

"Il nostro Gruppo è da sempre impegnato nell'andare incontro agli operatori agricoli semplificando il ciclo agronomico mediante l’agricoltura di precisione. Nel 1980 - ha continuato la general manager -, abbiamo sviluppato per primi la tecnologia Isobus a sistema aperto, che assicura una compatibilità del 100 per cento tra trattore e attrezzature. Questo ci ha permesso di ottenere la certificazione Isobus da AEF, di cui siamo soci dal 2008, e di essere chiamati Isobus Company”.
 
La seminatrice Kverneland Optima HD TF Profi e-drive con Isobus Intelligence
La nostra missione è primeggiare nell’offerta di soluzioni, intelligenti per i clienti e coerenti con la politica agricola europea” ha concluso Benassi.

Uniti si vince!
Silvano Ramadori, presidente Unima, ha ricordato quanto “il settore agricolo sia in difficoltà a causa della libera circolazione delle merci e degli sforzi necessari per la sostenibilità ambientale".
Il contoterzista gioca un ruolo fondamentale nel contenimento dei costi e quindi nell’aumento della competitività – ha chiarito Ramadori - Noi dobbiamo essere uniti di fronte al mondo politico nel richiedere che tutti gli operatori, compresi i contoterzisti, siano tutelati in caso di crollo dei prezzi”.

Leonardo Bolis, presidente Confai, ha aggiunto: “Pur avendo una visione pessimistica del futuro, penso che si debba garantire con ogni mezzo il successo dell’agricoltura e del contoterzismo”.
 
Ultime notizie dall'Europa
A proposito di sforzi richiesti al comparto agricolo, Roberto Bartolini, agronomo e consulente di Kverneland, ha illustrato i sette punti chiave previsti dai nuovi Psr e che rappresentano le richieste portate avanti dalla Pac 2014-2020.
 

I 7 punti chiave della Pac 2014-2020
 
"La comunità europea chiede un cambio di rotta agli agricoltori" ha spiegato Bartolini. E il contoterzista, secondo l'agronomo, può porsi a capo del cambiamento introducendo innovazioni tecnologiche nelle aziende agricole secondo un progetto globale, che pone al centro le macchine.
"I contoterzisti devono munirsi delle attrezzature necessarie per le lavorazioni conservative e collaborare con gli agricoltori convincendoli degli effetti positivi di queste tecniche colturali sulla produttività e sul reddito" ha aggiunto Bartolini.
 
Il coltivatore Kverneland Clc Pro, ideale per la minima lavorazione
Precision farming, la soluzione migliore
Anche per quanto riguarda la distribuzione degli agrofarmaci, l'Unione europea fornisce agli agricoltori indicazioni riguardanti una loro distribuzione mirata, l'irrigazione intelligente, l'interramento dei liquami, il monitoraggio dei terreni e delle produzioni. Tutte tecniche che possono essere riassunte in un unico concetto: agricoltura di precisione.
"L'Ue mira alla fuoriuscita dal mercato delle aziende non competitive entro il 2020 in modo tale da poter supportare solo gli agricoltori davvero professionali", ha chiarito Bartolini.
 
La seminatrice di precisione Kverneland Optima HD TF Profi e-drive

?Kverneland mette a disposizione un sito dove trovare importanti informazioni per l'agricoltore che vuole abbracciare un cambiamento reale e significativo. "Urge un cambio di rotta, soprattutto in vista della Pac del 2020 - chiosa Bartolini -, che probabilmente non prevederà più aiuti diretti alle aziende, ma le tutelerà in caso di crollo dei prezzi dei prodotti agricoli".

L'offerta Kverneland per la minima lavorazione
Anche Sandro Battini, direttore commerciale di Kverneland Group Italia, ha sottolineato l'importanza di cambiare attitudine e puntare sull'innovazione per aumentare la produttività.
 
Sandro Battini, direttore commerciale di Kverneland Group Italia

Conoscere il funzionamento delle macchine per le lavorazioni conservative è, per Battini, l'unico modo possibile per sfruttarle al meglio e saper gestire problematiche quali la presenza di infestanti.
 

L'erpice a dischi Kverneland Qualidisc 3000

L'offerta Kverneland per la minima lavorazione illustrata da Battini comprende il coltivatore Clc, il Kultistrip, che coniuga l'aratura con le lavorazioni del presente, e l'erpice a dischi compatto Qualidisc, che sostituisce i vecchi erpici a dischi e risolve alcuni dei problemi riscontrati nelle lavorazioni conservative.
 
Le botti del diserbo posteriore e anteriore Kverneland iXterB e iXtra

Allestiti come cantieri esterni sul piazzale, la combinazione di botti del diserbo posteriore e anteriore Kverneland iXterB e iXtra; la seminatrice Optima HD TF Profi e-drive e la combinazione di Qualidisc 4000F e del serbatoio anteriore DF-1, dotati di elettronica iMFarming.

Parola d'ordine: Isobus
Il Gruppo che punta molto anche sul precision farming, ha da poco lanciato U-Drill, la seminatrice trainata da 3 metri capace di distribuire concime e semente contemporaneamente a velocità variabili tra i 10 e i 18 chilometri orari. Disponibile anche A-Drill, la seminatrice per la semina diretta di colture intermedie in un unico passaggio. Entrambe le macchine, dispongono di trasmissione elettrica e-drive.

"In un mondo pieno di confusione, noi rimaniamo fedeli ai 4 pilastri dell'iM Farming: sviluppo di macchine con tecnologia Isobus, del terminale universale IsoMatch Tellus, dell'applicazione GeoControl per il controllo automatico delle sezioni e del rateo variabile, dei software GeoSeed e GeoSpread per l'aumento della precisione di seminatrici e spandiconcime" ha chiarito Battini. In fase di semplificazione, ha spiegato il responsabile commerciale, il monitor del terminale, che presenterà 2 tasti al posto di 6.

Non solo macchine...
La conferenza del 25 febbraio si è conclusa con gli interventi di Fabio Roverso, responsabile sviluppo tecnico di Dekalb, e di Francesco Magro, responsabile R&D di Sipcam, che hanno spiegato come sia ancora possibile assicurarsi un buon reddito coltivando mais e soia.
Roverso ha chiarito l'importanza di adottare la precision farming per aumentare la produzione unitaria di mais scegliendo accuratamente l'ibrido e la densità di semina a seconda dei propri terreni.
 
La seminatrice di precisione Kverneland Optima HD TF Profi e-drive

Il ricercatore di Sipcam ha presentato una nuova attrezzatura per la mappatura del suolo, funzionale alla scelta delle agrotecniche da applicare.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 232.469 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner