Maschio Gaspardo, nuova partnership con Moro

Dopo l'accordo siglato con l'azienda di Concordia Sagittaria, leader nella produzione di aratri, il Gruppo amplia la gamma offerta di macchinari e attrezzature per l’agricoltura

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

maschio-gaspardo-moro.jpg

Nuova partnership tra Gruppo Maschio Gaspardo Unigreen e Moro

Il Gruppo Maschio Gaspardo Unigreen, azienda di punta nella produzione di macchine per la lavorazione del terreno, della semina e trattamenti delle colture, continua a crescere grazie alla nuova partnership siglata con Moro di Concordia Sagittaria, in provincia di Venezia.
Moro di Concordia Sagittaria, fondata nel 1958, è da oltre 50 anni leader nella produzione di aratri, con l'introduzione nel mercato mondiale di nuove tecnologie che hanno rivoluzionato la tecnica di lavorazione del terreno come gli scavafossi a pale rotanti, l’aratro soprasolco per trattrici gommate e l’aratro reversibile soprasolco.

Grazie a questa importante operazione, il Gruppo Maschio Gaspardo Unigreen amplia la gamma offerta di macchinari e attrezzature per l’agricoltura e prosegue il proprio percorso verso la full-line di prodotto.
Tutti i modelli di aratri verranno prodotti nello stabilimento di Concordia Sagittaria che verrà ampliato e per il quale si prevede l’assunzione di nuove maestranze e distribuiti in tutto il mondo grazie alla rete commerciale del Gruppo.

La partnership industriale e commerciale è stata rafforzata con l’entrata di Maschio Gaspardo nel capitale sociale della Moro in cui Egidio Maschio, fondatore insieme al fratello Giorgio e attuale Presidente del Gruppo Maschio Gaspardo Unigreen, è stato nominato Presidente del Consiglio di amministrazione.

“La partnership con Moro ci permette di essere ancora più competitivi nel mercato delle macchine agricole e di poter offrire una gamma sempre più ampia di prodotti a tutti i nostri clienti – ha dichiarato il presidente del Gruppo, Egidio Maschio -. Un marchio come Maschio Gaspardo Unigreen non poteva non offrire una gamma completa per un prodotto così importante come l’aratro, attrezzo simbolo per eccellenza della lavorazione del terreno e da sempre indispensabile in agricoltura".

Dal punto di vista tecnico, i modelli disponibili saranno da 1 a 9 vomeri fissi o reversibili, portati, trainati, entro solco o fuori solco. La telaistica si basa su concetti costruttivi moderni quali il telaio avvitato e non saldato per ridurre le tensioni meccaniche e renderlo più affidabile, nonché l’uso di materiali alto resistenziali atti a ridurre il peso della macchina senza variarne le caratteristiche di robustezza e affidabilità in lavoro.
La grande varietà di versoi ed avanvomeri, unita alle diverse tipologie di testata, telaio e luce libera sotto telaio, consentono una vera personalizzazione della macchina a seconda delle esigenze del cliente; tutti i modelli sono inoltre disponibili a scelta con il classico sistema di sicurezza a bullone di trancio o con il sistema no-stop idraulico, nonché regolazione della larghezza di lavoro a passo o in modo continuo.

Tra i nuovi nati della gamma prodotti Maschio Gaspardo, spicca  Lelio, l'aratro disponibile in versione a telaio fisso o pieghevole che rende agevole e sicuro il trasporto stradale riducendo le sollecitazioni al sollevatore. Il sistema di sicurezza installato su ciascun elemento è di tipo meccanico a vite di trancio. Testate monoblocco oscillanti o fisse con regolazione del primo vomere a slitta o a parallelogramma. Nella versione Vario è dotato di sistema di regolazione della larghezza di lavoro idraulica, ampia gamma di versoi in acciaio alto resistenziale; possibilità di personalizzare il prodotto attraverso la scelta di avanvomeri, deflettori, dischi coltro.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.640 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner