Campania, contrordine sulle revoche dei bonus Covid-19

Le imprese bufaline e florovivaistiche che non avevano rispettato la condizione di non essere in crisi alla data del 31 dicembre 2019 potranno vedersi confermare il bonus presentando domanda dal 20 maggio al 30 giugno prossimi

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

banconote-soldi-by-m-schuppich-fotolia-750.jpeg

Il ripescaggio reso possibile grazie ad alcune modifiche al Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato nell'emergenza Covid-19 (Foto d'archivio)
Fonte foto: © M Schuppich - Fotolia

Dall'assessorato Agricoltura della Regione Campania ci sono novità per chi nel 2020 ha presentato domande di sostegno per le imprese agricole con interventi specifici a sostegno del comparto bufalino e del comparto florovivaistico regionale a seguito dell'emergenza Covid-19. In particolare, secondo il decreto dirigenziale 169 del 14 maggio 2021, a firma della direttrice generale alle Politiche agricole Maria Passari, dal 20 maggio prossimo potranno essere confermati - previa richiesta - i bonus elargiti e poi revocati non in via definitiva ad alcune aziende che si erano ritrovate a non aver rispettato la condizione di non essere in stato di difficoltà economica al 31 dicembre 2019.

"Il progredire della situazione epidemiologica sta generando profonde ripercussioni di carattere economico e sociale che investono anche il settore primario per motivi dovuti prevalentemente alla paralisi del canale horeca e di tutto il food-service, al rallentamento dei canali di export, alle difficoltà logistiche e alla preferenza, sul fronte dei consumi domestici, accordata soprattutto alla Gdo, che raramente si approvvigiona sui mercati locali" premette una nota dell'assessorato Agricoltura della Regione Campania.

"Pertanto - continua la nota - si rende necessario, esclusivamente per le micro o piccole imprese beneficiarie del bonus una tantum già percepito a valere sugli avvisi pubblici pubblicati con decreto regionale dirigenziale 97/2020 e destinatarie di un procedimento di revoca non ancora divenuto definitivo, di procedere ad un nuovo avviso che consenta di confermare il bonus ricevuto ex Drd 97/20, in considerazione delle modifiche (III e IV emendamento) del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del Covid-19, recepite dal decreto dirigenziale regionale 277/20".

Le revoche per le quali si procede invece per la conferma del finanziamento una tantum sono esclusivamente quelle insorte pro tempore "per il non rispetto della condizione di non essere impresa in difficoltà alla data del 31 dicembre2019 di cui all'articolo 2 del regolamento (Ue) 702/14 punto 14 lettere a) o b)" si sottolinea nella nota.

Le modalità di presentazione delle istanze e la relativa modulistica sono contenute nell'avviso qui di seguito scaricabile. Le imprese potranno presentare domanda dal 20 maggio al 30 giugno 2021 con le modalità e la modulistica scaricabili dal sito web della Regione Campania. La domanda si intende presentata in tempo utile se inviata entro e non oltre le ore 23,59 del 30 giugno 2021.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: AgroNotizie

Autore:

Tag: allevamento bandi fiori e ornamentali aiuti diretti aiuti di stato zootecnia

Temi caldi: Coronavirus

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.653 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner