Romagna in campo

La quinta edizione si svolgerà il prossimo 31 maggio all'Istituto tecnico agrario "Garibaldi" di Cesena (Fc)

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

romagna-in-campo-2017-fonte-agrilinea.jpg

Cesena (Fc), 31 maggio 2018

Torna l'appuntamento con "Romagna in campo". La quinta edzione della manifestazione itinerante, nata per aggiornare sulle ultime novità tecniche in agricoltura con dibattiti fra esperti, si terrà giovedì 31 maggio 2018 a Cesena per il secondo anno consecutivo all'Istituto tecnico agrario "Garibaldi" in via Savio n 2400. L'iniziativa è organizzata da Agrilinea con il patrocinio, tra gli altri, della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Cesena. Sponsor di quest'anno sono il Mercato ortofrutticolo di Cesena, Celli Spa, La Commerciale Agricola, Rinieri Srl e Vivai cooperativi Rauscedo.

Al via alle 10.00 con il talk show televisivo condotto da Sauro Angelini di Agrilinea sul tema "Da convenzionale a bio. Per un distretto del biologico". Come sempre numeroso e qualificato il parterre degli ospiti che interverranno: Primo Bagioni, imprenditore agricolo; Gian Luca Bagnara, presidente Collegio dei periti agrari della Provincia Forlì-Cesena; Giovanni Billi, La Commerciale Agricola; Giovanni Dinelli, dipartimento di Scienze agrarie dell'Università di Bologna; Camillo Giorgi, dirigente scolastico Istituto tecnico agrario “Garibaldi”; Andrea Alberto Grassi, direttore tecnico Apofruit; Andrea Magni, Celli Spa; Ermanno Murari, agronomo Vivai cooperativi Rauscedo; Luigi Panaroni, La Saponaria; Roberto Pasi, coordinatore CesenaLab; Fabrizio Piva, presidente Consorzio Il Biologico; Domenico Scarpellini, presidente Filiera ortofrutticola romagnola; Maurizio Scozzoli, medico veterinario GreenVet; Stefano Tellarini, agronomo; Paolo Vallicelli, Azienda agricola Vallicelli Paolo.

Alle 11.30 seguirà un percorso nei campi sperimentali della scuola illustrati dagli stessi studenti: il vigneto sostenibile senza l'utilizzo della chimica, il roseto didattico, il giardino delle officinali e il laboratorio di trasformazione. In conclusione si terranno le degustazioni dei vini sostenibili ottenuti con la micro-vinificazione e quella dei prodotti derivanti dalle erbe officinali.

L'Istituto agrario di Cesena si conferma una scuola orientata a una didattica innovativa e a stretto contatto con il territorio. Di recente ha concluso il progetto “Agraria Startup”: percorso nel mondo imprenditoriale durato cinque mesi durante i quali i giovani si sono impegnati nello sviluppo di idee di startup legate all'agroalimentare, in collaborazione con CesenaLab e il collegamento con AgriUrban, progetto europeo di cui il Comune di Cesena è partner attivo. Alla trasmissione televisiva interverrano gli studenti vincitori del progetto: Polvinia (un fertilizzante naturale), Filadritta (sistema di semina), Agraria's Veg (applicazione per diagnosi fogliare).

Con “Agraria Fiori e Frutti” l'Istituto prosegue il suo impegno nella produzione e trasformazione di frutti e piante officinali sia a uso alimentare che cosmetico, in collaborazione con le aziende del bio Chef Service e La Saponaria. Sono poi in partenza per l'Erasmus 16 studenti per la Spagna e 21 studenti per l'Irlanda, che svolgeranno l'alternanza scuola-lavoro in fattoria o in aziende agricole.

Scopri i dettagli di Romagna in campo 2018

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.559 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner