Novità e prospettive nello studio di artropodi vettori di patogeni

Venerdì 18 novembre a Firenze. L'evento è organizzato nell'ambito delle Giornate culturali di Società entomologica italiana e Accademia nazionale italiana di entomologia, in collaborazione con Soipa

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

microscopio-ricerca-laboratorio-analisi-by-goodluz-fotolia-1000x667.jpeg

Firenze, 18 novembre 2016
Fonte foto: © Goodluz - Fotolia

Venerdì 18 novembre si terrà a La Specola, Museo di storia naturale, di Firenze l'incontro "Novità e prospettive nello studio di artropodi vettori di patogeni" nell'ambito delle Giornate culturali della Società entomologica italiana e dell'Accademia nazionale italiana di entomologia, in collaborazione con la Soipa, Società italiana di parassitologia.

L'evento avrà inizio alle 9.30 in Via Romana n 17, nell'Aula 1, ingresso giardino primo piano. Dopo l'introduzione di Claudio Bandi del dipartimento di Bioscienze dell'Università di Milano e Alessandra della Torre del department of Public health & infectious diseases dell'Università di Roma "La Sapienza", LucaFacchinelli, post-doc dell'Imperial College di Londra parlerà di "Strategie transgeniche di lotta a malaria e arbovirus: la transizione dal laboratorio al campo".

Seguirà l'intervento di Verena Pichler, phd student del department of Public health & infectious diseases dell'Università di Roma "La Sapienza", sulle "Nuove prospettive genomiche nello studio di zone di ibridazione tra i principali vettori afrotropicali di malaria del complesso Anopheles gambiae".

Davide Sassera, post-doc dell'Università degli Studi di Pavia, parlerà poi de "Le zecche dure come fattore di rischio per lo sviluppo di patologie cronico-degenerative: il caso della malattia di Lyme" e infine Fausto Baldanti, Irccs Policlinico San Matteo illustrerà la relazione "Of viruses, mosquitoes and men".

Letture in italiano, testi delle presentazioni in inglese.

Scarica il programma in formato .Pdf

Scarica la scheda in formato .Pdf

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 186.986 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner