Premio "Marco Osella" 2014, il bando di concorso

L'iniziativa dell'Accademia nazionale italiana di entomologia prevede l'iscrizione del vincitore al Congresso e un contributo di 1500 euro. Le domande devono essere presentate entro il 30 settembre

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

accademia-nazionale-italiana-entomologia-logo-sito.jpg

Le domande devono essere presentate entro il 30 settembre

Con il reddito dei fondi messi a disposizione dalla Fondazione "Marco Osella", l'Accademia nazionale italiana di entomologia decide di conferire un premio a favore di uno studioso italiano operante nel campo dell'entomologia, il quale deve dimostrare di aver intrapreso ricerche almeno in uno dei seguenti settori: faunistica, sistematica, rapporti con l'ambiente, valutazione e conservazione della biodiversità. Il candidato dovrà inoltre presentare il testo integrale della presentazione (orale o poster) che egli intenderebbe portare al 24° Congresso nazionale italiano di entomologia Orosei (Nu), 2014. Il premio consisterà nell’iscrizione d’ufficio da parte dell’Accademia al Congresso, più un contributo di 1500 euro come rimborso forfetario per spese di viaggio e soggiorno per l’intera durata del Congresso medesimo.
Possono concorrere al premio cittadini italiani che, alla data del bando, non abbiano superato il trentacinquesimo anno di età.
Lo spirito dell'iniziativa è quello di incoraggiare un giovane bene avviato in uno dei settori sopra menzionati, che sia in grado di cogliere l’opportunità per migliorare il proprio inserimento nell’entomologia nazionale.

Coloro che intendono concorrere al premio devono inviare alla segreteria dell'Accademia nazionale italiana di entomologia, Via di Lanciola 12A, 50125 Firenze (presso il Cra, Centro di ricerca per l’agrobiologia e la pedologia ex istituto sperimentale di zoologia agraria,), entro il 30 settembre (data della ricevuta di spedizione o del timbro di spedizione):
a) La domanda di ammissione al concorso, in carta libera, diretta al presidente dell'Accademia
b) Tre copie del curriculum vitae et studiorum
c) Una presentazione del concorrente firmata da due Accademici ordinari
d) Tre copie di tutti i lavori (compresa eventualmente la tesi di Laurea e di Dottorato di Ricerca), pubblicati o accettati per la stampa, che il concorrente ritenga utili ai fini del presente concorso.

Sulla domanda il concorrente dovrà autocertificare:
- i dati anagrafici
- la cittadinanza italiana
- i propri titoli di studio, compresi l’eventuale laurea e il dottorato di ricerca.

Il premio sarà assegnato in base al giudizio di un'apposita Commissione eletta dall'Accademia, comprendente tre Accademici ordinari quali membri effettivi e due Accademici ordinari, quali membri supplenti.
Le proposte della Commissione saranno sottoposte all’approvazione dell’Assemblea ordinaria.
Il premio sarà conferito nell'Adunanza di apertura (febbraio) dell'anno accademico 2014. Al vincitore saranno consegnati un diploma e l’assegno dell’Accademia.
In caso di mancata assegnazione del premio l’importo sarà destinato ad aumentare il fondo per le prossime edizioni del premio medesimo.
La documentazione presentata verrà restituita dietro richiesta dei concorrenti dopo la proclamazione del vincitore.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.448 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner