Monsanto annuncia l'acquisto di De Ruiter Seeds

L'acquisizione dell'azienda leader nelle sementi orticole consentirà in particolare l'ampliamento del portafoglio prodotti di Monsanto nel settore delle colture da serra a rapida crescita

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

monsanto-de-ruiter-colture-orticole-serra.jpg

Foto: Monsanto - De Ruiter Seeds

Monsanto ha annunciato di aver siglato l'accordo definitivo per l'acquisizione di De Ruiter Seeds Group B.V. - holding olandese cui fa capo De Ruiter Seeds - per 546 milioni di euro, più di 800 milioni di dollari secondo il rapporto di cambio corrente. Una volta completata, l'acquisizione porterà ad un rafforzamento del business Monsanto nell'ambito delle sementi orticole e allo stesso tempo sosterrà la crescita dell'azienda nel segmento delle colture in serra, l'area a più veloce crescita nell'ambito dell'industria delle orticole.

"Nell'ambito del mercato delle sementi orticole da serra De Ruiter Seeds è leader nel fornire prodotti di elevata qualità ai coltivatori" ha dichiarato Terry Crews, direttore finanziario di Monsanto e direttore amministrativo di Seminis, la divisione delle sementi orticole di Monsanto. "Insieme ai miglioramenti di processo effettuati nel business di Seminis e alle opportunità di crescita offerte dalla piattaforma MAB (marker assisted breeding) l'acquisizione rappresenta l'occasione non solo per trasformare, ma per accrescere ulteriormente il nostro business nelle sementi orticole in un segmento di mercato in rapida crescita e di alto valore."

"Siamo lieti di questo accordo siglato con Monsanto che è leader mondiale della tecnologia applicata all'agricoltura" ha commentato Biense Visser amministratore delegato of De Ruiter Seeds. "I nostri investimenti nelle sementi di alta qualità, la nostra leadership nel mercato delle colture da serra, i nostri professionisti costituiranno un valido contributo al business di Monsanto, fornendo una nuova piattaforma da utilizzare con le tecnologie di breeding e prodotti dal valore aggiunto. Lavoreremo con Monsanto per offrire a coltivatori e consumatori in tutte le parti del mondo nuovi sementi orticole dall'alto valore aggiunto".

L'acquisizione offre sinergie e benefici alla piattaforma di sementi orticole di Monsanto.

"De Ruiter Seeds tende all'eccellenza e questo si accorda perfettamente con la nostra strategia di sviluppo di sementi e traits; a completamento, l'acquisizione farà della piattaforma di sementi orticole Monsanto un business da 1 miliardo di dollari entro il 2012", ha affermato Crews.

Monsanto e De Ruiter Seeds sono convinte che l'acquisizione svilupperà sinergie e porterà diversi benefici ad entrambe le aziende. La ricerca Monsanto nell'ambito del marker assisted breeding, consolidata e in continua crescita, permetterà ai breeders di De Ruiter Seeds di compiere un immediato salto in avanti. L'ampia libreria genetica e l'esperienza operativa di De Ruiter Seeds nel settore delle colture protette amplierà ulteriormente l'offerta di Monsanto nel mercato delle sementi orticole. La sinergia di questi benefici consentirà ad entrambe le aziende di mettere a disposizione degli agricoltori migliori prodotti in un tempo molto più breve che non le singole aziende da sole.

De Ruiter Seeds apre a Monsanto le porte del business nel settore delle colture in serra

A transazione terminata, la divisione orticole Monsanto opererà attraverso 3 segmenti: colture da serra, da campo aperto e orticole ad interesse regionale. La divisione De Ruiter Seeds seguirà il mercato delle sementi orticole da serra, Seminis quello delle sementi orticole in campo aperto e l'International Seed Group Inc. curerà i clienti del segmento regionale.

I tre approcci separati consentiranno di focalizzarsi sulle esigenze di ogni singolo segmento, per soddisfare al meglio l'esigenze di coltivatori e industria di distribuzione. Ciascuno di questi segmenti potrà contare sulla struttura di ricerca e sviluppo Monsanto, le più avanzate tecniche di breeding, un network mondiale di raccolta di germoplasma e una piattaforma tecnologica informatizzata. A completamento dell'acquisizione, Monsanto ingloberà le funzioni di back-office di de Ruiter comprese la divisione finanziaria e IT nel minor tempo possibile.

Bienne Visser, presidente e amministratore delegato di De Ruiter Seeds, rimarrà a capo della divisione De Ruiter Seeeds. La divisione De Ruiter Seeds riporterà a Kerry Preete attualmente capo della Divisione sementi orticole in Monsanto.

 

De Ruiter Seeds: leader nelle colture da serra a rapida crescita

De Ruiter Seeds è una delle aziende leader nel breeding delle sementi orticole. Azienda olandese con un fatturato globale di circa 108 milioni nel 2007, De Ruiter Seeds lavora su colture come pomodori, cetrioli, meloni, peperoni e rizomi (utlizzati nella coltivazione dei pomodori); ed è focalizzata su breeding di nuove varietà per la coltivazione in ambiente protetto, ossia serre o capannoni in plastica. De Ruiter Seeds è al primo posto nella vendita di pomodori e rizomi nel settore delle colture protette, e nelle prime cinque posizioni per cetrioli e peperoni; nel settore delle sementi orticole, è tra i primi cinque per quanto riguarda il melone.

Oggi il segmento delle colture protette è quello a crescita più elevata nell'ambito delle orticole, con una percentuale stimata di crescita del fatturato dall'8 al 10 % nei prossimi 5 anni. Stime industriali parlano di più di 600 milioni di dollari di fatturato realizzato dal segmento nel 2007. Il segmento delle colture da serra è in crescita perché i consumatori in Nord America ed Europa consumano sempre più grandi quantità di prodotti freschi nell'arco di tutto l'anno; un andamento che secondo le previsioni continuerà, trainato dall'aumento di domanda di vegetali freschi da parte dei consumatori asiatici e dal miglioramento generalizzato del regime alimentare.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 187.596 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner