A Perugia un master per la gestione sanitaria di ovini e caprini

Il dipartimento di Medicina veterinaria ha aperto le iscrizioni al corso di perfezionamento per veterinari e possessori di lauree equipollenti. Sarà attivato al raggiungimento di almeno venti partecipanti e la consegna delle domande terminerà il 3 aprile prossimo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

pecore-razza-suffolk-ovini-750-by-matteo-giusti-agronotizie.jpg

Due esemplari di pecora razza Suffolk, non in purezza
Fonte foto: © Matteo Giusti - AgroNotizie

L'Università degli studi di Perugia ha aperto i termini per le domande di iscrizione al master di II livello in 'Gestione sanitaria e produttiva dell'allevamento ovino e caprino' organizzato dal dipartimento di Medicina veterinaria.

Il master avrà durata biennale, per un totale di 60 crediti formativi e si propone di fornire competenze specifiche riguardo la sanità delle specie ovine e caprine in relazione alle diverse razze, attitudini e sistemi di allevamento.

In particolare, come si legge nel regolamento, il master è finalizzato a fornire le basi culturali necessarie per la conoscenza e il corretto approccio alle malattie delle pecore e delle capre, per il controllo e la tutela del loro benessere e per il controllo dell'igiene e della qualità dei loro prodotti, il tutto sempre tenendo in considerazione la tutela dell'ambiente.

La figura professionale che si dovrebbe formare in questo master dovrà essere un soggetto, principalmente un medico veterinario, che sia in grado di gestire i molteplici fattori che influenzano la salute e il benessere delle diverse razze di ovini e caprini nel rispetto della sostenibilità dell'impresa e dell'ambiente.

Tale operatore dovrà inoltre conoscere e sapersi adeguare alle normative comunitarie del settore e valorizzare i prodotti tipici attraverso nuovi sistemi di garanzia della sanità e della qualità.

La realtà contemporanea impone infatti la necessità di disporre di professionisti, correttamente formati e soprattutto aggiornati, capaci di svolgere sempre al meglio la loro professione, sia in ambito pubblico, come Università, Istituti zooprofilattici o Asl, sia in ambito privato in aziende agricole, centri di macellazione, caseifici o come liberi professionisti esperti nel settore.

Il master è riservato in via prioritaria ai laureati in medicina veterinaria, sia del vecchio che del nuovo ordinamento, ma è aperto anche anche a persone in possesso di titoli equipollenti.

Per partecipare al master, che prevede un costo di 3.500 euro, è necessario effettuare l'iscrizione entro il 3 aprile 2017, come previsto dal bando.

Il master sarà attivato solo se varrà raggiunto un numero minimo di venti partecipanti.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell'Università, dove sono reperibili anche il regolamento completo e tutta la modulistica.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 238.894 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner