Mercati, continuano i prezzi bassi per le drupacee

25 e 29 luglio 2019. Prezzi e tendenze per ortofrutta e cereali dai mercati all'ingrosso e dalle borse merci

ortofrutta-cereali-mercati-duccio-caccioni-agronotizie-italia.jpg

Il mercato italiano del 25 e 29 luglio 2019

Ortofrutta

(produzione e mercati all'ingrosso italiani, lunedì 29 luglio 2019)
Nei mercati all'ingrosso è risaltata la diminuzione dei prezzi per i meloni e per le angurie oltre ad un certo aumento per i pomodori a grappolo (molto importati dall'estero però).
Alla produzione continuano i prezzi bassi per le drupacee; l'esordio delle susine serie Black è stato in linea con le varietà più precoci. In rialzo le pere estive.


Cereali e foraggi

(riunione Borsa merci Bologna, giovedì 25 luglio 2019)
Il listini di borsa per i cereali e i foraggi hanno visto un leggero aumento per il grano tenero nazionale (da +2 a +3 euro/tonnellata a seconda della tipologia), sono andati invece in diminuzione i grani di forza canadesi (da -2 a -5 euro/tonnellata).

Per il grano duro si è visto un lieve aggiustamento verso l'altro (+2 euro/tonnellata) per i prezzi massimi della tipologia "fino". In calo il granoturco secco (-1 euro/tonnellata) e l'avena rossa (-2 euro/tonnellata) nazionali oltre all'orzo di importazione (-2 euro/tonnellata).

Risalgono con decisione i cruscami (fino a +17 euro/tonnellata a seconda tipologia). In salita anche la soia estera (+3 euro/tonnellata) e la paglia cubettata (+5 euro/tonnellata).

In ribasso i risi Ribe, Lido, Savio, Indica e Originario (da -15 a -2 euro/tonnellata).

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.597 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner