Il mese di agosto, in linea con la tendenze degli ultimi appuntamenti, ha proposto ancora fasi ben oltre le medie di riferimento, anche se comunque meno durature rispetto a quelle registrate nel corso dei primi mesi estivi, proponendo anche alcuni intervalli d'instabilità temporalesca principalmente ad evoluzione diurna.
Anche l'evoluzione per il mese di settembre è al momento molto fedele all'evoluzione individuata dalle predizioni mensili, con una prima fase tutto sommato ancora estiva, seguita da un cambio di rotta importante che ha visto passaggi instabili intensi e duraturi.
Ottobre ci porterà verso il cuore dell'autunno, proponendo le prime incursioni a carattere freddo con precipitazioni abbondanti sebbene ancora concentrate in alcuni periodi. Dal punto di vista termico attendiamo quindi un mese generalmente attorno alla media con un clima normale entro i ranghi della stagione. Non mancheranno comunque eventuali eccessi meteo tra contrasti intensi che potrebbero generarsi tra le correnti calde meridionali ed i flussi nordatlantici.

 

Fine settembre-2 ottobre 2022

Gli ultimi giorni di settembre saranno caratterizzati da un quadro meteorologico molto dinamico con passaggi depressionari specialmente sulle regioni centrosettentrionali e su parte del Meridione; parte della Penisola si ritroverà sotto intensi flussi umidi sudoccidentali che determineranno precipitazioni localmente intense ed a carattere di nubifragio. Gli accumuli più abbondanti di pioggia sono attesi sulle aree tirreniche, mentre le temperature si disporranno sotto i valori tipici del periodo, in particolare al Centro Nord; discorso diverso al Meridione, ove insisteranno correnti sciroccali.

 

La prima decade di ottobre

Periodo più tranquillo con maggiori contributi anticiclonici anche su parte del Centro Nord, con temperature più alte grazie alla rotazione dei venti dai quadranti occidentali. Non mancheranno delle precipitazioni, che rientreranno sostanzialmente nei valori medi del periodo sulle regioni centrosettentrionali, più asciutto invece sulle aree meridionali. Attesa quindi una parentesi con valori termici generalmente superiori alla media ovunque.

 

La seconda decade

Maggiori ingerenze atlantiche faranno perdere colpi all'alta pressione. Le precipitazioni torneranno su gran parte della Penisola, senza segnalare però anomalie degne di nota, con accumuli ovunque nella media. Continueranno a mantenersi temperature al di sopra della norma, specie al Sud Italia e sulla Sicilia, altrove invece rimarranno ubicate attorno alle medie del periodo.

 

La terza decade

Dopo una rapida perturbazione sospinta da una ventilazione prevalentemente sudoccidentale, subentrerà una fase più stabile con temperature di nuovo oltre le medie del periodo. Poche piogge e valori massimi da Nord a Sud che oltrepasseranno i 20 gradi.

 

Il mese di ottobre viene prospettato con temperature nel complesso oltre le medie, specialmente nella sua seconda parte, ma quel che appare estremamente positivo è il ritorno delle precipitazioni, seppur non eccessivamente abbondanti, però previste generalmente nella media del periodo.