Giornate di studio sull'uso di fitosanitari nell'ambito della Direttiva Ce 128/2009

Gli incontri si terranno a Roma, alla Regione Lazio

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

GiornateFitopatologicheLogo72dpi_330px.jpg

Giornate di studio. Roma 27 e 28 settembre 2011

'Uso sostenibile dei prodotti fitosanitari e Ipm nell'ambito della Direttiva Ce 128/2009: prospettive di ricerca in Italia' questo è il tema delle giornate di studio di Roma che si terranno il 27 e 28 settembre prossimi nella sala Tirreno della Regione Lazio. Promosse dal 'Gruppo nazionale Difesa integrata' di concerto con le Giornate Fitopatologiche e in collaborazione con la Regione Lazio, si propongono, partendo dall'analisi delle attuali possibilità applicative delle strategie fitoiatriche a basso impatto ambientale, di fornire un contributo al perfezionamento del Piano d'azione nazionale previsto dalla Direttiva Ce 128/2009 sull''Uso sostenibile degli agrofarmaci'.

Le giornate di studio cercheranno di favorire una sinergia fra il Pan e la comunità scientifica italiana, nella prospettiva di attivare gli opportuni programmi di ricerca/sperimentazione e trasferimento delle innovazioni.

I lavori dell'incontro dureranno due giorni e saranno articolati in due sezioni. Nella prima, introduttiva, esperti istituzionali delineeranno i nuovi scenari della difesa fitosanitaria, con particolare riguardo allo stato d'avanzamento in Italia del recepimento della Direttiva 128/2009 e della definizione del relativo Piano d'azione nazionale. La seconda sezione sarà dedicata all'analisi, da parte di specialisti, dello stato delle conoscenze e delle esigenze di ricerca e sperimentazione nelle diverse aree tematiche che la bozza di Pan ha evidenziato come prioritarie.

 

Scarica il programma in pdf

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.271 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner