Protezione delle colture, il futuro è nei modelli matematici

Dal 2014 sarà obbligatorio su tutto il territorio europeo l'Integrated pest management. La Summer school del Grimpp, al via nel 2011, formerà una nuova generazione di ricercatori

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

sede-siaf-volterra.jpg

La sede della Scuola internazionale di alta formazione di Volterra (Pi)

E' prevista dal 29 agosto al 9 settembre 2011 la Summer school organizzata dal Grimpp (Gruppo ricerca italiano modelli protezione piante) in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e la Scuola superiore S. Anna di Pisa. Si svolgerà presso la Scuola internazionale di alta formazione di Volterra (Pi).

Il progetto Summer school nasce da una valutazione sullo stato attuale e sulle prospettive della protezione delle colture da insetti, malattie e malerbe. In questo ambito sono in atto profondi cambiamenti culturali e scientifici che hanno determinato un radicale mutamento nella tecniche e nelle strategie di difesa. Tra gli elementi chiave vi è, da un lato, la necessità di considerare in modo sistemico ed integrato la biologia e l'ecologia del sistema considerato per ottimizzare le azioni di controllo e, dall'altro, l'esigenza di guidare gli interventi secondo i criteri della sostenibilità ambientale e della riduzione dell'impatto sulla salute umana.

Per il raggiungimento di questi obiettivi è di fondamentale importanza l'impiego di strumenti razionali a base quantitativa a supporto delle decisioni per la difesa delle colture. Lo sviluppo e l'impiego della modellistica rappresentano l'elemento chiave di questo nuovo approccio. A conferma di ciò, la Direttiva europea sull'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari renderà obbligatorio l'uso dell'Ipm (Integrated pest management) su tutto il territorio europeo a partire dal 2014, ponendo l'impiego della modellistica fra i punti chiave e qualificanti per l'innovazione delle strategie di difesa. Nella stessa direzione si muove il Piano d'azione nazionale che renderà operativa la Direttiva nel nostro Paese.

Il panorama dell'offerta di modellistica per la protezione delle colture in Italia presenta però una serie di problematiche che ne limitano le prospettive di sviluppo e di impiego. Non ultima, fra queste criticità, l'esiguo numero di ricercatori che si dedicano a questa disciplina. L'obiettivo della Summer school è quello di contribuire allo sviluppo di una più avanzata cultura della modellistica applicata all'Ipm in Italia, ad iniziare dalla formazione di una 'nuova generazione' di ricercatori che intendano apprendere i principi e le tecniche di modellistica e che, attraverso lo sviluppo di nuovi modelli, possano fattivamente contribuire a tale innovazione.

Dettagli su programma, scadenze, costi e modalità di partecipazione saranno resi disponibili sul sito www.grimpp.it.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.932 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner