Campania, più carburante agricolo agevolato

La maggiorazione, concessa dalla giunta per siccità, sarà del 30% per colture irrigue e allevamenti. Le domande devono essere presentate entro il 16 novembre prossimo, da chi possa dimostrare di aver già utilizzato tutta la quota assegnata per il 2020

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

ambiente-acqua-sostenibilita-goccia-by-stefan-korber-fotolia-750.jpeg

L'integrazione riguarda solo l'anno 2020 e rientra comunque nel budget già previsto
Fonte foto: © Stefan Körber - Fotolia

La giunta della Regione Campania ha approvato l'assegnazione di una maggiorazione straordinaria di carburante agricolo agevolato del 30% per far fronte alla siccità che ha colpito duramente le aziende agricole e zootecniche negli ultimi mesi, accogliendo così la richiesta giunta delle federazioni regionali di Coldiretti, Cia Agricoltori italiani, Confagricoltura e Copagri. Secondo la delibera 477 del 3 novembre 2020, proposta dall'assessore all'Agricoltura Nicola Caputo, i potenziali beneficiari devono farne richiesta entro il 16 novembre 2020 mediante il portale regionale Uma.Rgca.

"Siamo lieti che la Regione Campania abbia accolto la nostra istanza, frutto delle sollecitazioni ricevute dai nostri agricoltori - commenta Alessandro Mastrocinque, presidente di Cia Campania -, perché rappresenta un sostegno concreto alle aziende che, negli ultimi mesi, sono state gravemente danneggiate. L'integrazione del carburante agricoloaggiunge - è una misura quanto mai necessaria e concreta che supporta la gestione delle aziende agricole".

Il provvedimento della Regione Campania integra, limitatamente all'anno 2020 e comunque entro il limite del 100% dei quantitativi complessivi già previsti, le assegnazioni di prodotti petroliferi per irrigazione e per allevamenti di bestiame alle seguenti condizioni:
  1. che i beneficiari abbiano, per il corrente anno solare, i requisiti previsti per le assegnazioni di carburanti per l'irrigazione o per allevamenti di bestiame previsti dal Decreto 30 dicembre 2015, con riferimento a terreni e allevamenti ubicati nella Regione Campania, e che permangano i requisiti di ammissibilità previsti dall'articolo 2 comma 1 del Decreto del ministero dell'Economia e delle finanze n 454/2001;
  2. che abbiano ritirato tutto il quantitativo di carburante agevolato assegnato per la corrente annata.
     

Entità dell'aiuto

E' stato disposto, in particolare, di integrare le assegnazioni di carburante per le coltivazioni, con riferimento a terreni ubicati nella Regione Campania, attribuendo per tutte le colture agricole irrigue, limitatamente al ciclo svolto nel periodo della carenza idrica, una maggiorazione pari al 30% dei consumi medi per irrigazione previsti dalle tabelle ministeriali, fermo restando l'applicazione della riduzione sui consumi medi standardizzati del 23%, prevista dall'articolo 1 comma 384 della Legge n.190/2014.

La stessa integrazione di assegnazioni di carburante è stata altresì prevista per gli allevamenti ubicati nella Regione Campania attribuendo sempre una maggiorazione al 30% rispetto ai quantitativi base previsti dalle tabelle ministeriali, fermo restando l'applicazione della riduzione sui consumi medi standardizzati del 23%.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: AgroNotizie

Autore:

Tag: siccità sgravi fiscali carburante agricolo politiche regionali

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.873 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner