Raccolta delle ali gocciolanti: un vantaggio per gli agricoltori

Entro il 31 luglio è possibile aderire all'iniziativa che rientra nel progetto Ali Verdi di Cascina Pulita e Netafim per gestire correttamente, e gratuitamente, lo stoccaggio e la raccolta delle ali dismesse

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

ali-verdi.jpg

Ali Verdi è un progetto di Cascina Pulita e Netafim

Grazie alla partnership tra l’azienda Netafim, attiva nella produzione e commercializzazione delle ali gocciolanti, e Cascina Pulita, prima azienda italiana che si occupa della gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti agricoli, si concretizza oggi una importante opportunità per le aziende agricole del Belpaese. Tutti coloro, infatti, che hanno la necessità di smaltire le ali gocciolanti utilizzate nel 2014, aderendo ad Ali Verdi potranno avvalersi del servizio di raccolta gratuito curato direttamente da Cascina Pulita.

Munita di flotte con mezzi multiraccolta, direttamente brevettati dalla stessa, Cascina Pulita è in grado di raccogliere contemporaneamente tutte le tipologie di rifiuti agricoli, occupandosi direttamente anche della gestione dell’intero iter burocratico. In questo modo, gli agricoltori non solo avranno la possibilità di gestire correttamente e gratuitamente lo stoccaggio e la raccolta delle ali dismesse destinate allo smaltimento, ma avranno anche la certezza della corretta gestione degli adempimenti normativi.

Il processo di corretto smaltimento delle ali gocciolanti trova così vita nel progetto Ali Verdi, dove, accanto ai benefici legati alla tutela ambientale e all’alleggerimento dei propri compiti, un servizio di gestione e raccolta si trasforma per la prima volta in vantaggio concreto per tutti coloro che aderiranno. Infatti, i clienti Netafim che aderiscono all’iniziativa (nelle modalità e nei tempi indicati dal regolamento presente sul sito www.aliverdi.net) al momento della raccolta delle ali gocciolanti dismesse riceveranno un premio pari a 15 euro per tonnellata di ali gocciolanti Netafim smaltite, cui seguirà la consegna di un buono spesa, di valore equivalente al contributo, valido per l’acquisto delle stesse destinato alla stagione 2015.
È importante sottolineare che possono in realtà aderire al progetto anche agricoltori e aziende agricole che non sono ancora clienti Netafim con condizioni differenti ma sempre ugualmente vantaggiose.

Per acquisire le informazioni necessarie è sufficiente visitare il sito www.aliverdi.net, ricordando però che è necessario aderire entro e non oltre il 31 luglio.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.620 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner