Innovazione, la chiave per un'agricoltura sostenibile

Se ne parlerà ad Agrilevante, la kermesse che si svolgerà a Bari dal 10 al 13 ottobre 2019, grazie al ricco programma organizzato dall'Arptra che vede protagonisti numerosi esperti del settore

germoglio-pianta-mano-ambiente-natura-ecologia-by-carballo-fotolia-750x500.jpeg

Il tema della sostenibilità (e non solo) sarà al centro dell'edizione 2019 di Agrilevante
Fonte foto: © carballo - Fotolia

Cibo, agricoltura e ambiente.
Sono queste le tre parole chiave dei talk show organizzati dall'Associazione regionale pugliese dei tecnici e ricercatori in agricoltura, insieme all'Università degli studi di Bari Aldo Moro, in occasione di Agrilevante 2019, la kermesse in programma presso la Nuova fiera del Levante di Bari dal 10 al 13 ottobre prossimi.

Il ricco programma dell'esposizione internazionale di macchine, impianti e tecnologie per le filiere agricole - Mostra zootecnica partirà nel pomeriggio di giovedì 10 ottobre, presso la Galleria 13, con il convegno "Certificazioni, etichette, controlli per le produzioni sostenibili: il supporto di 'QdC® - Quaderno di Campagna®*' agli adempimenti di legge" di Image Line, l'azienda di Faenza che dal 1988 si occupa di servizi per l'agricoltura. A seguire la presentazione del libro "Manuale per un uso sostenibile degli agrofarmaci" con Pietro Preziosa dell'Arptra.

Si ripartirà il giorno dopo, venerdì 11, con la replica del convegno di Image Line a cura di Immacolata Della Rosa dell'Ufficio commerciale - Servizi tecnici dell'azienda e l'incontro "Le buone pratiche per diminuire le emissioni di gas ad effetto serra in ambito agricolo" con Bartolo Dichio del dipartimento delle Culture europee e del Mediterraneo: architettura, ambiente patrimoni colturali dell'Università della Basilicata.
Nel pomeriggio spazio ai superfood made in Italy con gli interventi di Maria Lisa Clodoveo del dipartimento interdisciplinare di medicina dell'Università degli studi Aldo Moro di Bari e Michele De Lisi della Masseria Fruttirossi.
Focus anche sulla Xylella fastidiosa grazie a Franco Nigro del dipartimento di Scienze del suolo, della pianta e degli alimenti - Università degli studi Aldo Moro, l'architetto paesaggista Carmela Riccardi, il consulente fitosanitario Pietro Sumerano, Giovanni Palmisano di Legambiente e Fabiano Amati, consigliere regionale.

"Sempre più difficile la gestione di patogeni e infestanti nelle aree urbane" sarà l'argomento di apertura di sabato 12 ottobre, con gli interventi di Umberto Medicamento (Servizi giardini - città di Bari), il fitoiatra Antonio Guario e l'esperto di manutenzione delle aree verdi Donato Carenza.
A seguire l'agronomo Luca Vitobello (Rosso Gargano) e il consulente della filiera del pomodoro Michele Tridentino si concentreranno su "La filiera del pomodoro da industria pugliese: una eccellenza mondiale a km 0".
Infine lo sguardo si sposterà sulla genetica grazie a Cinzia Montemurro del dipartimento di Scienze del suolo, della pianta e degli alimenti - Università degli studi Aldo Moro di Bari.

Per l'ultimo giorno di Agrilevante, domenica 13 ottobre, il programma organizzato dall'Arptra vedrà protagonista Nino Paparella del Consorzio italiano per il biologico con "Accordo collettivo: innovazione, buone prassi in agricoltura biologica, integrata e di qualità" e l'agronomo Maria Donnaloia (Associazione regionale apicoltori pugliesi) che presterà attenzione al tema delle api.

Consulta la locandina dell'evento per avere maggiori informazioni.

Appuntamento alla Nuova fiera del Levante di Bari dove il driver dell'agricoltura sostenibile si chiama innovazione.

 
*QdC® e Quaderno di Campagna® sono marchi registrati da Image Line S.r.l. Unipersonale

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.341 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner