Psr Abruzzo, il bando per i contributi per l'agricoltura biologica

Le domande sono aperte fino al 15 maggio solo per i beneficiari del bando del 2015 per richiedere la conferma o la modifica dei pagamenti annuali previsti. All'interno il bando completo

paesaggio-agricoltura-campagna-vigneto-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

Agricoltura biologica, aperto il bando per richiedere i contributi in Abruzzo
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

E' aperto in Abruzzo il bando per richiedere i contributi per il mantenimento delle produzioni biologiche certificate per l'annualità 2019.

Il bando, come previsto dalla determinazione regionale DPD019/51, fa riferimento al testo del 2015 che prevedeva l'obbligo del mantenimento del regime biologico per cinque anni e possono partecipare come beneficiari solo gli agricoltori e le aziende già beneficiarie per conferme ed aggiornamenti.

I contributi vanno da 120 a 100 euro ad ettaro per le foraggere, 180 a 150 euro ad ettaro per i seminativi, 500 a 400 euro ad ettaro per le ortive, 600 a 500 euro ad ettaro per gli oliveti e 700 a 600 euro ad ettaro per vigneti e frutteti.

Il contributo più alto è per chi ha intrapreso per la prima volta il metodo biologico, e quello più basso per chi ha chiesto l'aiuto per il mantenimento dell'agricoltura biologica.

Per le produzioni zootecniche il contributo è da 380 a 350 euro ad ettaro per le produzioni da latte e di 330 e 300 euro ettaro per le produzioni da carne.

I beneficiari devo mantenere per tutto il periodo, cioè fino al 2020, il regime di produzione biologica su tutta la superficie aziendale, eccetto per eventuali appezzamenti separati dal corpo aziendale di almeno 500 metri.

Le domande devono essere presentate in modalità telematica tramite il portale Sian entro il 15 maggio 2019. Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina web dedicata e al testo completo del bando del 2015.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.517 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner