Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Lazio, meno burocrazia per l'agricoltura

Approvato il regolamento che permette ai Caa di presentare le richieste degli agricoltori direttamente alla pubblica amministrazione. In evidenza tutte le procedure semplificabili

burocrazia-carte-documenti-by-studio-porto-sabbia-fotolia-750.jpg

Lazio, semplificazione burocratica per 11 adempimenti in agricoltura
Fonte foto: © Studio Porto Sabbia - Fotolia

La giunta regionale del Lazio ha approvato le modifiche al regolamento regionale dal titolo chiaro "Agricoltura semplice. Riduzione di oneri amministrativi in materia di controlli e procedimenti amministrativi in agricoltura".

Un regolamento che porterà alla semplificazione dei procedimenti e degli adempimenti burocratici a carico dei Caa, i Centri di assistenza agricola.

"Sono molto soddisfatto – ha dichiarato l’assessore Carlo Hausmannperché grazie alle modifiche apportate saranno più semplici e meno onerosi i processi amministrativi a vantaggio degli agricoltori".

Con questo provvedimento, come ha spiegato Hausmann, i Centri di assistenza agricola hanno la possibilità di presentare alla pubblica amministrazione le istanze degli agricoltori, comunicando loro i termini entro i quali le istruttorie potranno ritenersi accolte, grazie all’applicazione della forma del silenzio-assenso.

Per ora saranno 11 i procedimenti amministrativi per i quali è ammessa la presentazione di istanza attraverso i Caa, nel dettaglio:
  • la certificazione della qualifica di Iap e di coltivatore diretto;
  • l'abilitazione all’esercizio dell’attività agrituristica e l'iscrizione nell’elenco degli operatori agrituristici;
  • l'autorizzazione per gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • i bandi pubblici regionali per i regimi di aiuto relativi a misure del Psr gestite con la procedura di istruttoria automatizzata delle domande;
  • il permesso a costruire in zona agricola;
  • la concessione di carburante agevolato agli Uma, gli utenti di macchine agricole;
  • il riconoscimento dell’indennizzo per i danni da fauna selvatica;
  • l'autorizzazione alla produzione e al commercio dei vegetali e dei prodotti vegetali;
  • l'allineamento delle superfici vitate e il trasferimento dei dati nello schedario vitivinicolo;
  • l'autorizzazione all’utilizzazione dei fanghi di depurazione in agricoltura e la notifica di inizio attività di spandimento;
  • la comunicazione per le emissioni in atmosfera aziende zootecniche confinate e non e la conseguente autorizzazione.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 15 febbraio a 136.315 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy