Biodiversità e patrimonio naturale: azioni in campo per la salvaguardia

Il convegno organizzato dalla Regione Umbria si terrà il prossimo 26 maggio a Perugia

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

biodiversita-natura-ambiente-by-stefan-korber-fotolia-750x750.jpeg

Perugia, 26 maggio 2017
Fonte foto: © Stefan Körber - Fotolia

Riflettere e discutere del valore del patrimonio naturale, delle principali minacce che mettono a rischio gli ecosistemi e delle strategie per la salvaguardia della biodiversità: è quanto si propone il convegno "Azioni in campo per la salvaguardia della biodiversità e del patrimonio naturale" che si terrà il 26 maggio prossimo, dalle 9.00 nell'aula Magna del complesso monumentale di San Pietro della Facoltà di Agraria di Perugia.

Il convegno, organizzato dalla Regione Umbria, in collaborazione con l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, Legambiente, Sun Life, Life U-Savereds, Life Asap, si inserisce nelle celebrazioni del 25° anniversario del programma Life e della Direttiva Habitat dell'Unione europea (Direttiva 92/43/Cee), entrambi approvati il 21 maggio 1992.

Dopo l'apertura dell'incontro, che vedrà la partecipazione dell'assessore all'Agricoltura, cultura e ambiente Fernanda Cecchini, del rettore dell'Università degli Studi di Perugia Franco Moriconi, del direttore del dipartimento di Chimica Francesco Tarantelli e del direttore del dipartimento di Scienze agrarie Francesco Tei, la giornata di studio si articolerà in quattro sezioni distinte. Rete Natura 2000, servizi ecosistemici e principali minacce alla biodiversità in Europa e in Italia saranno le sessioni mattutine, mentre, il pomeriggio si parlerà delle specie alloctone invasive in Italia e in Umbria e dei possibili contributi alla tutela della biodiversità.

Obiettivo dell'incontro è anche quello di sottolineare l'importante traguardo di 25 anni di sostegno del programma Life, non solo ad azioni per la protezione della natura e della biodiversità, ma anche per la tutela dell'ambiente e la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici. L'evento è aperto a tutti gli interessati che potranno partecipare ad una o più sessioni delle sessioni in programma intervenendo ai momenti di informazione e confronto sulle politiche locali ed europee a difesa dell'ambiente e del patrimonio naturale.

Programma

Dopo l'accoglienza e registrazione dei partecipanti, sono previsti i saluti istituzionali di Franco Moriconi rettore Università degli Studi di Perugia; Francesco Tei, direttore dipartimento Scienze agrarie alimentari e ambientali Università degli Studi di Perugia; Francesco Tarantelli direttore dipartimento di Chimica, biologia e biotecnologie dell'Università degli Studi di Perugia e Fernanda Cecchini assessore all'Agricoltura cultura e ambiente della Regione Umbria.

Dalle 10.00 alle 13.30: prima sessione sul tema "Rete Natura 2000 e servizi ecosistemici" (Fortunato Alfredo Ascioti dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Reggio Calabria; Antonio Boggia dipartimento Scienze agrarie alimentari e ambientali, Università degli Studi di Perugia; Carlo Bifulco direttore del Parco nazionale dei Monti Sibillini; Piero Genovesi Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale; Antonio Nicoletti responsabile Aree protette e biodiversità, Legambiente).
Modera e coordina la sessione Francesco Grohmann Regione Umbria, Servizio foreste, montagna, sistemi naturalistici e faunistici.

Seconda sessione sul tema: Principali minacce alla biodiversità in Europa e in Italia (Andrea Gennai presidente Aidap, Associazione italiana direttori e funzionari delle aree protette; Daniela Gigante dipartimento di Chimica, biologia e biotecnologie, Università degli Studi di Perugia; Sandro Lovari dipartimento di Scienza della vita, Università degli Studi di Siena; Bernardino Romano dipartimento di Ingegneria civile, edile, architettura, ambientale, Università degli Studi dell'Aquila; Oliviero Spinelli Comunità Ambiente. Modera e coordina la sessione Mariagrazia Possenti Regione Umbria, sezione Aree protette e progettazione integrata.

Nel pomeriggio dalle 15.00 alle 17.30 le relazioni: terza sessione sul tema "Specie alloctone invasive in Italia e in Umbria (Lucilla Carnevali progetto Life Asap; Valentina La Morgia progetto Life Usavereds; Lucia Ghetti Regione Umbria, sezione Tutela del patrimonio ittico e pesca sportiva; Roberto Venanzoni dipartimento di Chimica, biologia e biotecnologie, Università degli Studi di Perugia). Modera e coordina la sessione Umberto Sergiacomi Regione Umbria, Sezione organizzazione attività venatoria.

Quarta sessione sul tema "Contributi alla tutela della biodiversità" (Antonino Morabito responsabile nazionale Cites, Fauna e benessere animale, Legambiente; Andrea Sisti presidente nazionale ordine agronomi e forestali; Stefano Spinetti presidente nazionale Aigae; Antonio Di Meo dipartimento di Medicina veterinaria, Università degli Studi di Perugia). Modera e coordina la sessione Alessandra Paciotto Legambiente Umbria.

Dalle 17.30 alle 18.30 si terranno le conclusioni e la chiusura dei lavori.
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 221.774 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner