Psr Puglia 2014-2020, un milione per la promozione dei prodotti di qualità

Pubblicato il 4 luglio 2016 il bando sulla misura 3.2 della Regione Puglia. Prevede iniziative tra imprese aggregate in associazioni temporanee d'impresa tra quelle titolari di sistemi di qualità riconosciuti come Dop, Igp e bio e riconoscimenti nazionali

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agroalimentare-by-lily-fotolia-750.jpeg

La compilazione, stampa e rilascio della domanda dal portale Sian è possibile dal 20 luglio 2016 fino alle ore 12.00 del 2 agosto 2016
Fonte foto: © lily - Fotolia

Un milione di euro per aggregazioni di produttori della Puglia che vogliano investire in attività d'informazione e promozione dei prodotti agroalimentari di qualità certificati.
E' stato pubblicato l'avviso dedicato della misura 3.2 - "Sostegno per attività d'informazione e promozione svolte da associazioni di produttori nel mercato interno" del Psr 2014-2020 (Determinazione dell'Autorità di gestione del Psr Puglia 2014-2020 numero 244 del 4 luglio 2016).
 
"E' il primo bando della misura 3 'Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari' del Psr 2014-2020 - spiega l'assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Leonardo di Gioia - per favorire l'accrescimento della produzione agricola regionale d'eccellenza e garantita dai disciplinari di qualità.
La sottomisura 3.2, in particolare, ha l'obiettivo di sostenere i produttori, attivi in uno o più regimi di qualità e riuniti in associazioni temporanee, nelle attività di promozione, con lo scopo di rafforzare la propria rete commerciale e migliorare la posizione sul mercato, incentivando, inoltre, gli agricoltori ad aderire ai sistemi di qualità".

 
La sottomisura 3.2 è pensata anche a beneficio del consumatore al quale sono garantite maggiori informazioni sulla sicurezza, tracciabilità e salubrità del prodotto agroalimentare.
Il sostegno è per quelle imprese aggregate che investono in qualità, che migliorano le produzioni agroalimentari di tutte le filiere garantendo eccellenza, nel rispetto della salute e dell'ambiente. "Per i produttori più opportunità di mercato anche fuori confini nazionali - sostiene Di Gioia - per la nostra economia regionale più valore e crescita".
 
La sottomisura 3.2 finanzia progetti d'informazione e promozione con un contribuito compreso tra i 30 e i 150mila euro e fino a una copertura del 70% della spesa ammessa.
Il sostegno finanziario stanziato con l'avviso della misura 3.2 offre un assist considerevole alle imprese agroalimentari pugliesi, aggregate in associazioni, che vogliano, tra le altre cose, partecipare a fiere e manifestazioni di settore, importanti piattaforme di scambi commerciali e vetrine internazionali.

L'intervento sostiene, inoltre, spese per acquisti di spazi pubblicitari, anche radiotelevisivi, per la realizzazione di siti internet, nonché per la realizzazione di sistemi audiovisivi per progetti di promozione e informazione relativi ai prodotti certificati dal marchio 'Prodotti di qualità Puglia'.
 
La compilazione, stampa e rilascio della domanda dal portale Sian è possibile dal 20 luglio 2016 fino alle ore 12.00 del 2 agosto 2016.
La copia cartacea della domanda, invece, dovrà essere inoltrata, per posta o a mano, all'Ufficio protocollo del Dipartimento Agricoltura della Regione Puglia - Responsabile della sottomisura 3.2 entro e non oltre le ore 12.00 del 5 agosto 2016.
Il bando è pubblicato sul seguente sito.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.746 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner