Lazio, ok definitivo dalla Commissione al Psr 2014-2020

804 milioni di euro da qui al 2020 per le imprese agricole laziali. Miglioramento dell'efficienza a livello di gestione idrica, biologico, giovani e competitività le priorità del programma

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agricoltura-lavoro-agricolo-agricoltore-trattore-macchine-agricole-contoterzismo-agromeccanici-campo-campi-by-antbphotos-fotolia-750x500.jpg

804 milioni di euro in arrivo per le aziende agricole laziali
Fonte foto: © antbphotos - Fotolia

La Commissione europea ha dato il via libera al Programma di sviluppo rurale della Regione Lazio, per una dotazione di risorse totali di 804 milioni di euro per il periodo 2014-2020. I fondi sono suddivisi fra 336 milioni di euro del bilancio dell'Ue e 444 milioni di contributo nazionale, oltre a 24 milioni di “risorse integrative”.

Fra le priorità del Psr 2014-2020 laziale c'è il miglioramento della gestione delle risorse idriche per il 15% dei terreni agricoli e per il 18% dei suoli. Altro obiettivo è la promozione e il sostegno della biodiversità e la salvaguardia degli ecosistemi, nell'ottica di sostenibilità ambientale.

Si stima che saranno circa 1300 le aziende agricole beneficiarie di un contributo per investimenti in ristrutturazione e ammodernamenti per accrescere la competitività aziendale. Per quanto riguarda i contributi di primo insediamento, saranno concessi aiuti a 1240 giovani agricoltori. Finanziamenti anche per l'agricoltura biologica, con 15mila ettari oggetto di interessamento alla conversione e ad altri 76mila ettari per il mantenimento della produzione biologica.  

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.175 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner