Basilicata, un partenariato per i Gruppi Operativi

L'incontro a Matera la scorsa settimana. Andrea Badursi dell'Op Asso Fruit: "Un Gruppo Operativo per il contenimento della Sharka"

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

gruppo-asso-fruit-italia.jpg

Foto di gruppo per i Gruppi operativi: Giovanni Stampi, Stea srl, il professor Bartolomeo Dichio (UniBas), Andrea Badursi (direttore generale Afi), Salvatore Pecchia (agronomo ufficio tecnico Afi), Francesco Nicodemo (presidente Afi), Egidio Lardo (Agreenment, spin off universitario)
Fonte foto: © Asso Fruit Italia

Ricerca e innovazione per attuare “la crescita intelligente sostenibile e inclusiva” voluta dall'Unione Europea.
La sfida ambiziosa e in linea con le esigenza produttive contemporanee è stata già di fatto avviata con importanti progetti attuati dagli stessi protagonisti che la settimana scorsa hanno partecipato all'incontro che si è svolto a Matera per l'istituzione del Comitato promotore dei gruppi operativi (Go) dei Pei Agri (Partenariati europei per l'innovazione per la produttività e sostenibilità in agricoltura).
 
L'Op Asso Fruit Italia, rappresentata dal direttore generale Andrea Badursi, il Dicem (Università di Basilicata), presente con il professor Bartolomeo Dichio, l'azienda Frutthera srl rappresentata da Daniela Sabato, Oguru Solutions con Alessandro Tristano, e le cooperative Nicofruit e Metafruit, rispettivamente rappresentate da Francesco Nicodemo e Antonio Sabato, hanno posto le basi per dar vita al partenariato.
 
Andrea Badursi ha dichiarato: “I gruppi operativi dei Pei sono uno strumento strategico voluto dall'Ue, la cui istituzione nasce dal basso, e offrirà a tutti i protagonisti coinvolti la possibilità di strutturare e dare continuità al tanto lavoro già svolto sul fronte della produzione sostenibile che può essere sintetizzato con uno slogan efficace: produrre di più, impiegando meno risorse. In questi ultimi anni abbiamo presentato, in collaborazione con il Dicem e Agreenment, spin off universitario, i risultati di sperimentazioni importantissime sostenute da fondi europei e regionali, si pensi all'impronta di carbonio (Carbon Footprint) e al progetto Iquasopo (Innovazione per la qualità e la sostenibilità della produzione ortofrutticola)".
 
Per Badursi insomma un lavoro in progress, che dai progetti scaturiti con la misura 124 dei vecchi Psr deve transitare sulla nuova programmazione. E c'è anche un Go che sarà varato per combattere il virus che colpisce e devasta le fruttifere, la Sharka: “Accanto alle strategie che riguardano la sostenibilità ambientale e la valorizzazione dei prodotti ortofrutticoli, il Comitato promotore dei Gruppi operativi dei Pei darà la possibilità di promuovere anche un Go che lavorerà su un programma specifico per il contenimento della Sharka – ha affermato Badursi, che sottolineato - su quest'ultimo punto è il momento di agire in maniera incisiva destinando fondi che permettano di contrastare il fenomeno”.
 
Badursi ha infine ricordato il lavoro in tandem con le istituzione della Basilicata proprio sulla misura 124 del Psr 2007-2013: “Con l'Alsia, nei mesi scorsi, abbiamo avviato la collaborazione sui Puffer, che ha come obiettivo quello di ridurre il ricorso all'impiego di principi attivi mediante la confusione sessuale per combattere gli insetti nocivi per le colture. Tutte queste iniziative - a cui si aggiunge la partecipazione a Creta, a settembre scorso, al forum dedicato all'impiego sostenibile dell'acqua nell'ambito del progetto Life AgroClimaWater – (di cui Afi è partner) hanno fatto sì che nascesse già in maniera spontanea un gruppo promotore, ora grazie allo strumento Go dei Pei è possibile captare nuove risorse finanziarie per consolidare la collaborazione per progettare e conseguire nuovi risultati a tutto vantaggio della produzione sostenibile e dei rapporti virtuosi che valorizzano la collaborazione fra enti di ricerca, Op, quindi aziende e Università”.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: frutticoltura innovazione ricerca psr

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.844 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner