Lazio, Psr più ricco rispetto a quello precedente

In arrivo 80 milioni di euro in più rispetto alla precedente programmazione 2007-2013

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agricoltura-lavoro-agricolo-agricoltore-trattore-macchine-agricole-contoterzismo-agromeccanici-campo-campi-by-antbphotos-fotolia-750x500.jpg

L'agricoltura laziale riceverà 80 milioni in più rispetto alla programmazione Psr 2007-2013
Fonte foto: © antbphotos - Fotolia

In attesa dell'ok definitivo al nuovo Psr 2014-2020 da parte della Commissione Europea, gli agricoltori laziali possono già iniziare a sfregarsi le mani. Rispetto alla precedente programmazione 2007-2013, il nuovo Psr della Regione Lazio riceverà circa 80 milioni di euro in più. Si guarda quindi con più fiducia al futuro e ai prossimi anni, con l'obiettivo focalizzato su Europa 2020.

Il budget totale a disposizione dell'agricoltura laziale fino al 2020 ammonta a 780 milioni di euro. Oltre alle sei priorità definite dall'Unione Europea, i tre assi principali su cui si baserà l'azione regionale sono le filiere organizzate, i giovani in agricoltura e lo sviluppo del territorio regionale.

Per quanto riguarda la filiera si punterà ad azioni volte a promuovere la costituzione di associazioni e organizzazioni dei produttori, facendo il più possibile rete. Il secondo obiettivo, come detto, riguarda i giovani imprenditori agricoli; fra le misure c'è l'innalzamento del premio agevolativo per il primo insediamento dei giovani imprenditori, da 40mila a 70mila euro. Infine, la terza linea prioritaria riguarda lo sviluppo del territorio, andando specialmente a incidere in quelle aree più arretrate sia sotto il profilo culturale che sociale, in modo da rinnovarle e guadagnare così competitività.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: pac giovani unione europea psr sviluppo rurale

Temi caldi: Psr 2014-2020

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.734 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner