Premio assicurativo 2014: scadenza prorogata e possibile rateizzazione

Il pagamento sarà dovuto entro l'11 maggio. Agrinsieme Ferrara: “L'adesione al Piano di rateizzazione consentirà alle aziende emiliano-romagnole di percepire da Agrea l'aiuto comunitario spettante, garantendosi in tal modo la necessaria liquidità"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

soldi-euro-banconote-fonte-morguefile-nacu.jpg

La scadenza del pagamento del premio dovuto per le polizze assicurative contro le avversità atmosferiche stipulate per la campagna 2014 è stata prorogata all'11 maggio
Fonte foto: © Nacu - Morguefile

Agea ha disposto, il 25 marzo scorso, di prorogare la scadenza del pagamento del premio dovuto per le polizze assicurative contro le avversità atmosferiche stipulate per la campagna 2014 dal 17 aprile all'11 maggio e ha previsto la possibilità che la singola azienda, se non in grado di provvedere al pagamento dovuto, possa concordare con il proprio Condifesa un piano di rateizzazione che deve completarsi entro il 30 settembre.

L'adesione al Piano di rateizzazione consentirà alle aziende di percepire da Agrea l'aiuto comunitario spettante, garantendosi in tal modo la necessaria liquidità”. Così il coordinatore di Agrinsieme Ferrara, Pier Carlo Scaramagli che sottolineaL'azione comune di Agrinsieme Ferrara e del Condifesa di Ferrara ha reso possibile l'individuazione di una soluzione percorribile e realistica per superare i problemi legati al pagamento del premio assicurativo 2014 da parte dei produttori agricoli". Solo il rispetto di tale adempimento avrebbe consentito alle aziende di percepire, da parte degli Organismi pagatori, l'aiuto previsto a parziale copertura del premio pagato.

Contro la disposizione di Agea, che prevedeva il pagamento entro il 17 aprile, si erano attivate nelle scorse settimane sia Condifesa Ferrara, supportato dal proprio Organismo associativo Asnacodi, sia Agrinsieme Ferrara. “La grave crisi del settore - prosegue Scaramagli -, inasprita dall’embargo russo all’import dei prodotti agroalimentari, non avrebbe consentito alle aziende di fare fronte ad un impegno economico così gravoso senza avere prima ricevuto il contributo comunitario. Anche grazie all'impegno profuso da Agrinsieme Ferrara e dal Condifesa provinciale si è raggiunto un risultato indispensabile”.


Fonte: Agrinsieme Ferrara

Tag: assicurazioni scadenze

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.876 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner