Il premio "Protagonista dello sviluppo 2013" a Cape

La Cooperativa faentina specializzata nel trasporto di prodotti liquidi alimentari festeggia i 30 anni e si aggiudica il riconoscimento di Confartigianato Ravenna per i risultati raggiunti

Contenuto promosso da C.A.P.E., Confartigianato - Associazione Provinciale di Ravenna
Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

cape.jpg

Cape è nata a Faenza (Ra) nel 1983

La cooperativa Cape di Faenza si è aggiudicata, insieme ad altre 11 imprese del territorio, il premio come Protagonista dello sviluppo 2013 promosso da Confartigianato Ravenna con 8.526.224 euro di fatturato nel 2012, cresciuto di quasi 2 milioni rispetto al 2011, e un valore della produzione di oltre 10 milioni. Specializzata nel trasporto di liquidi alimentari la Cape festeggia quest’anno i 30 anni di attività: “La nostra cooperativa è nata a Faenza (Ra) nel 1983 per volontà di una decina di cisternisti che trasportavano prodotti vinosi per un unico committente locale - spiega Gabriele Zamagna, presidente Cape -. Negli anni il mercato si è ampliato e il numero di soci è aumentato, così come le merci trasportate".

La Cape oggi conta 40 soci, 8 dipendenti e circa 50 moderne autocisterne.  "Con i nostri mezzi, oggi, possiamo trasportare tutti i liquidi alimentari che circolano sul mercato, in particolare, prodotti vinosi, alcool, olii, puree di frutta, latte e suoi derivati. Offriamo il servizio sul territorio Italiano e occasionalmente anche all’estero - continua Zamagna -. Siamo inoltre in grado di fornire autotreni muniti di pompe adeguate per lo scarico e il carico di prodotti enologici, e  siamo specializzati nel trasbordo di grassi e vino anche da navi di grandi dimensioni. Quando è necessario mettiamo a disposizione le nostre cisterne nei territori colpiti da emergenze dovute a calamità naturali".

La sede della cooperativa sorge su un’area di 7mila metri quadrati di cui 1200 (coperti da tettoie) destinati al ricovero di automezzi, 600 adibiti a deposito attrezzatura e 200 ad uso ufficio. A disposizione dei soci un distributore di gasolio, uno di olio lubrificante e una attrezzata zona lavaggio per la pulizia degli automezzi e per la bonifica delle cisterne. "Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti in questi anni e del riconoscimento che Confartigianato Ravenna ci ha voluto dedicare – conclude Zamagna -. La crisi ha duramente colpito il settore della logistica e del trasporto, ma grazie all’impegno e alla qualità che offriamo ai nostri clienti la nostra cooperativa è cresciuta molto, riuscendo ad ottimizzare i servizi offerti e garantendo sicurezza ai nostri soci, ai dipendenti e alle loro famiglie".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.884 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner