Biologico, Confagricoltura: "Crediamo nei grandi numeri"

Giandomenico Consalvo, rappresentante della Confederazione, alla tavola rotonda di Upbio: "Favorire l'aggregazione dell'offerta e far crescere le dimensioni delle aziende agricole"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

frutta-morguefile-hotblack.jpg

Consalvo: 'Vanno favorite la formazione di organizzazioni di prodotto bio'
Fonte foto: Morguefile.com

Il settore dell’agricoltura biologica è altamente professionale, molto imprenditoriale, attento all'agroecosistema, che produce rispettando gli equilibri naturali”. Lo ha detto il componente della Giunta esecutiva di Confagricoltura Giandomenico Consalvo intervenendo a Roma alla tavola rotonda dell’Unione nazionale dei produttori biologici e biodinamici, Upbio.

 

Si tratta - ha evidenziato il rappresentante  di Confagricoltura - di una vera rivoluzione che porta a considerare il mondo del bio non più come un settore di nicchia ma, anzi, come una produzione estesa, che deve strutturarsi e organizzarsi, che deve saper far fronte alle richieste della trasformazione e della grande distribuzione organizzata con approvvigionamenti certi e costanti. Crediamo nel biologico dei grandi numeri; è un settore che deve essere sempre più business”.

 

Le politiche per il comparto bio – ha detto Consalvo – devono aiutare le aziende a crescere in dimensione e ad accrescere la capacità di aggregare l’offerta; vanno favorite la formazione di organizzazioni di prodotto bio e la creazione di una piattaforma di scambio per il biologico, per cui è importante che le Regioni si coordino tra loro finanziando progetti a carattere nazionale”.

 

Concludendo il delegato di Confagricoltura ha richiamato la necessità “di evitare in ogni modo la trita contrapposizione ideologica tra convenzionale e biologico. Non esiste un’agricoltura buona e una cattiva”.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.697 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner