Ricerca e assistenza tecnica nel settore agricolo: il ruolo di Inea

L'Inea ha creato e gestisce la Rica, rete d'informazione contabile agricola

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

inea-istituto-nazionale-economia-agraria-logo-web-230.jpg

Presentazione dell'Inea

L'Istituto nazionale di economia agraria è un ente pubblico di ricerca sottoposto alla vigilanza del ministero per le Politiche agricole, alimentari e forestali. Istituito, con personalità giuridica e gestione autonoma, dal Regio Decreto n. 1418 del 10 maggio 1928 allo scopo di eseguire indagini e studi di economia agraria e forestale con particolare riguardo alle necessità della legislazione agraria, dell'amministrazione rurale e delle classi agricole, l'Inea ha via via adeguato la sua attività alle esigenze del sistema agroindustriale italiano.

E' stato ricompreso tra gli enti del comparto ricerca dalla Legge n.70/75 ed indicato tra quelli di notevole rilievo. Con DPR 1708/65 è stato designato quale organo di collegamento tra lo Stato Italiano e l'Unione Europea per la creazione e la gestione della Rete d'Informazione Contabile Agricola (Rica). Con D.M. del 31 marzo 1990 è stato inserito tra gli enti che fanno parte del Sistema statistico nazionale (Sistan).

Inoltre l'ente è stato riordinato dal d.lgs. 29 ottobre 1999, n. 454 che ha dettato la disciplina per la riorganizzazione del settore della ricerca in agricoltura, a norma dell'articolo 11 della L. 15 marzo 1997, n. 59 

L'Inea, dunque, svolge attività di ricerca, di rilevazione, analisi e previsione nel campo strutturale e socio-economico del settore agro-industriale, forestale e della pesca. Negli ultimi anni l'attività dell'istituto si è ampliata nelle attività di supporto alla pubblica amministrazione per l'attuazione delle politiche agricole, in primo luogo quelle che discendono dall'Unione europea. L'Inea è coinvolto dai servizi della Commissione europea, dal ministero per le Politiche agricole, alimentari e forestali e da numerose regioni in attività di assistenza tecnica, monitoraggio e valutazione delle politiche di sostegno al settore agricolo e di sviluppo rurale. Filoni recenti di attività vedono l'istituto impegnato su temi riguardanti la valorizzazione delle risorse ambientali e la gestione delle risorse idriche.

L'istituto è articolato in due uffici (ufficio dirigenziale amministrativo e ufficio dei servizi tecnici e della ricerca) e in 20 sedi regionali. L'ufficio dei servizi tecnici e della ricerca comprende 5 servizi:

  • Servizio 1: rilevazioni contabili e ricerche (analisi) microeconomiche
  • Servizio 2: ricerche macroeconomiche e congiunturali
  • Servizio 3: ricerche strutturali, territoriali e servizi di sviluppo agricolo
  • Servizio 4: ricerche su ambiente ed uso delle risorse naturali in agricoltura
  • Servizio 5: biblioteca, editoria e rete telematica

 

Presentazione della Rica, Rete di Informazione Contabile Agricola

Rica - Inea - rete d'informazione contabile agricolaLa Rica costituisce un sistema informativo presente in tutta l'Unione europea, finalizzato a reperire e produrre informazioni riguardanti la situazione finanziaria ed i redditi delle aziende agricole in tutti gli Stati Membri. Lo scopo della rete, dunque, è ottenere dai risultati contabili aziendali i dati necessari per la determinazione dei redditi e per l'analisi economica delle aziende agricole. 

La Rica è stata costituita nel 1965 con il Regolamento del Consiglio n. 79, che ne stabilisce principi ed organizzazione al fine di disporre di una serie di dati attendibili e uniformi riguardanti il funzionamento economico e le dinamiche economico-strutturali delle aziende operanti nel settore agricolo. Essa è un'indagine campionaria annuale svolta con un'impostazione analoga in tutti i paesi membri dell'Unione europea e rappresenta l'unica fonte armonizzata di dati microeconomici: i principi su cui si basa la raccolta dei dati sono infatti i medesimi in tutti i paesi e sono indicati in appositi regolamenti.

Le aziende agricole che partecipano alla Rica vengono selezionate sulla base di un piano di campionamento redatto in ciascun paese membro. Il campo di osservazione dell'indagine non coincide con l'universo delle aziende agricole, ma include solo quelle la cui dimensione in termini economici è tale da poterle definire commerciali. La metodologia comune adottata permette di rappresentare i risultati secondo tre dimensioni principali:

la regione geografica,

la dimensione economica

e l'orientamento tecnico economico.

A partire dal 1992 la Rica è entrata a far parte del Sistema statistico nazionale (Sistan), ottenendo così formalmente il riconoscimento della propria validità e potenzialità informativa anche a livello nazionale. Dal 1995 (D.P.R. 5 aprile 1995) è stato sancito l'obbligo dei soggetti privati selezionati (aziende agricole) di fornire tutti i dati richiesti ed infine dal 1998 questa rilevazione è stata inserita nel Terzo Protocollo d'Intesa Istat - regioni - ministero dell'Agricoltura, per soddisfare le esigenze di informazione statistica di interesse comunitario, nazionale e regionale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 261.752 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner