Mercati italiani: sempre in alto angurie e meloni

27 giugno e 1° luglio 2019. In calo le farine di estrazione. Prezzi e tendenze per ortofrutta e cereali dai mercati all'ingrosso e dalle borse merci

ortofrutta-cereali-mercati-duccio-caccioni-agronotizie-italia.jpg

Il mercato italiano del 27 giugno e del 1° luglio 2019

Ortofrutta
(produzione e mercati all'ingrosso italiani, lunedì mattina, 1° luglio 2019)
Alla produzione (Commissione frutticola Cciaa di Bologna) vi è una sostanziale stabilità e si nota solo una lieve diminuzione per le albicocche di qualità.
Nei mercati all'ingrosso la settimana ha aperto con aumenti per le ciliegie italiane (Spagna in calo) le angurie e i meloni (entrambi a prezzi record) – bene anche le lattughe, le melanzane di qualità, i pomodori datterini.
In calo le albicocche, le nettarine e le pesche. Stabili i pomodori ciliegini, tondi lisci e insalatari oltre ai peperoni (forte la importazione dall'Olanda).
 

Cereali e foraggi

(riunione Borsa merci Bologna, giovedì 27 giugno 2019)
In lieve calo i frumenti di forza canadesi (-3 euro/tonnellata).
Scende il frumento per uso zootecnico (-5 euro/tonnellata) e i cruscami (-5/-8 euro/tonnellata).
In basso anche le farine di estrazione (soia -5/-7 euro/tonnellata; girasole -2 euro/tonnellata; colza -5 euro/tonnellata).
In discesa i prezzi dei semi di soia (-2 euro/tonnellata).
In salita la medica più pura (90%: +2 euro/tonnellata).
Stabili i risi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 188.826 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner