Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Aprile, maggio e giugno: l'andamento stagionale su temperature e precipitazioni

L'ultima parte della primavera sarà contraddistinta da temperature e precipitazioni generalmente entro le medie

Andrea Tura di Andrea Tura

previsioni-stagionali-aprile-maggio-giugno-2018.jpg

Anomalie termiche (a sinistra) e precipitative (a destra) per il periodo aprile, maggio, giugno 2018
Fonte foto: NOAA NCEP

Ritorna il consueto appuntamento con l’analisi delle elaborazioni stagionali Noaa del modello Seasonal climate forecast CFSv2 per la previsione termica e precipitativa relativa alla seconda parte primaverile ed alla prima parte della stagione estiva 2018.
 

Andamento termico

Dal punto di vista termico la primavera chiuderà in sostanziale media climatica su tutto il continente europeo, anche se il mese di aprile potrebbe mostrare una discreta anomalia positiva sugli Stati centrali ed orientali, più marcata in Germania e più lieve su Francia, Italia, regioni balcaniche e Stati orientali in genere.
 

Temperature previste

Alcune fasi anticicloniche porteranno le temperature oltre la norma sul centro Europa nel mese di aprile. Si rientrerà facilmente nella norma a maggio e giugno, con le anomalie che spariranno completamente lungo quasi tutto il territorio nazionale.
Un lievissimo surplus potrebbe riaffacciarsi a fine periodo previsionale sulle regioni nord orientali, arco alpino in particolare, ma non uscirà dall’ordine di un grado.
Nel mese di giungo le anomalie si distribuiranno a macchia di leopardo anche su alcuni Stati oltre confine, ovvero regioni scandinave, aree centrali ed orientali del continente.
Nessuna vera novità quindi sulla chiusura primaverile, con un assetto barico orientato spesso alla normalità.
 

Anomalie precipitative

Le elaborazioni modellistiche per il contesto precipitativo propongono un andamento nel complesso entro le medie su tutto il focus europeo, con lievi anomalie solo nel mese di aprile.
Anomalie che andranno a colpire in maniera negativa i settori centro-orientali del continente e in maniera positiva il Mediterraneo occidentale.
Per i mesi successivi i gap si andranno ad assorbire completamente proponendo un arco previsionale in perfetta media per le precipitazioni.
 

Nota informativa

Le previsioni stagionali hanno un’attendibilità che si aggira sul 20-30%. Il maggiore interesse nell’ultimo periodo da parte della comunità scientifica porta a studi più approfonditi nel settore e quindi a risultati sempre migliori.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie Meteo

Autore:

Tag: meteo tendenza meteo stagionale

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner