Sebigas e Asscaer, insieme per la realizzazione di impianti di biogas

Sebigas SpA, società controllata dal Gruppo Maccaferri e Asscaer, Associazione dei Consorzi agrari dell’Emilia Romagna, hanno ufficializzato la loro collaborazione con la firma di un accordo quadro

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Biogas-impianto.jpg

Un impianto di biogas

Sebigas SpA, società controllata dal Gruppo Maccaferri, specializzata nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti a biogas, ed Asscaer, Associazione dei Consorzi agrari dell’Emilia Romagna, ufficializzano la loro collaborazione con la firma di un accordo quadro finalizzato alla realizzazione di impianti a biogas per la produzione di energia elettrica e termica.

Obiettivo primario dell’accordo è la realizzazione di impianti mediante la costituzione di società di scopo partecipate da Sebigas e, di volta in volta, dai Consorzi agrari soci di Asscaer e/o da imprenditori agricoli.

Sebigas SpA, infatti, si propone sul mercato non solo come System Integrator, ma anche come investitore offrendo all’imprenditore agricolo la possibilità di costituire società progetto per la realizzazione di impianti a biogas garantendo sia il know how tecnologico sia la finanza necessaria.

Asscaer, creata con l’intento di cercare nuove sinergie finalizzate all’ottimizzazione e allo sviluppo delle attività dei Consorzi agrari soci e del comparto agricolo, aderendo a questo accordo si propone quale soggetto promotore di iniziative volte alla valorizzazione delle biomasse agricole del proprio territorio e, nel proprio ruolo di azionista delle società di scopo, svolgerà prioritariamente l'attività di pianificazione e programmazione delle forniture di biomasse.

L’Accordo prevede che Sebigas e Asscaer predispongano un piano operativo per la realizzazione di impianti che entreranno in esercizio entro il 31/12/2012, al fine di usufruire del sistema incentivante attualmente in vigore.

Gli impianti per la produzione di energia elettrica saranno alimentati a biogas da digestione anaerobica, sia di biomasse agricole che di effluenti zootecnici, l’accordo prevede di non impiegare rifiuti in tali impianti, con una potenza elettrica, per singolo impianto, fino a 999 kWe.

La collaborazione fra Asscaer e il Gruppo Maccaferri si estende anche al settore degli impianti fotovoltaici, in cui opera Enerray SpA, controllata del Gruppo Maccaferri, società di progettazione, realizzazione e gestione di sistemi fotovoltaici, attraverso la fornitura diretta “chiavi in mano” di impianti.

I territori interessati dal presente Accordo sono quelli in cui operano i Consorzi agrari soci di Asscaer: le Province di Bologna, Modena, Ferrara, Forlì e Cesena, Ravenna, Rimini, Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Perugia, Pesaro-Urbino, Ascoli Piceno, Fermo.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.267 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner