Rinnovabili: positivo il decreto, ma non bisogna fermare eolico e solare

Legambiente

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Legambiente-fonti-rinnovabili.jpg

"Sul provvedimento approvato per il potenziamento e la razionalizzazione del sistema per incrementare l'efficienza energetica e l'utilizzo di energia rinnovabile si apra una discussione chiara e trasparente, che permetta di valorizzare quelle proposte utili a spingere le rinnovabili termiche e il risparmio energetico, e a mitigare quegli aspetti che invece preoccupano perché potrebbero ridurre le potenzialità dell'eolico e del fotovoltaico in Italia". 

Lo chiede Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente, in merito al Decreto legislativo approvato ieri dal Consiglio dei ministri "che presenta - secondo l'associazione ambientalista - spunti interessanti, come i riferimenti agli investimenti nelle reti e alle agevolazioni per l'edilizia tolte dalla fiscalità generale e, contemporaneamente, alcune ombre sulle quali sarebbe bene fare luce senza farsi prendere dalla fretta". 

Intervenendo alla presentazione del rapporto energia e ambiente dell'Enea, Vittorio Cogliati Dezza ha sottolineato che questo documento "mette correttamente al centro, come vincolo, l'avvio di un'economia a basse emissioni di CO2 perché la rivoluzione energetica é già in atto e perché proprio su questo si gioca il futuro del Paese".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 229.867 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner