Verso Kyoto, come misurare i tagli di CO2

18 maggio 2010. Il Comitato termotecnico italiano presenta il gruppo di lavoro per definire gli indici di sostenibilità dell'uso delle biomasse solide a fini energetici

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

sostenibilita_della_biomassa_cti_ok.jpg

Con l'incontro previsto per martedì 18 maggio 2010, il Cti-Comitato termotecnico italiano Energia e Ambiente, intende dare il via a un nuovo gruppo di  lavoro normativo con l'obiettivo di fornire degli strumenti pratici ai soggetti pubblici e privati che  intendono valutare la sostenibilità ambientale dell’utilizzo dei combustibili diversi dai biocarburanti a fini energetici, quindi primariamente biomasse solide.

Ciò in linea con il rapporto pubblicato recentemente dalla CE, Report from the Commission to the Council and the European Parliament in sustainibility requirements for the use of solid and gaseous  biomass sources in electricity, heating and cooling – SEC (2010)65-66)1, nel quale viene raccomandata agli stati membri la metodologia da seguire per questo tipo di valutazioni. Lo scopo è quindi quello di avviare una attività finalizzata alla redazione di Specifiche Tecniche UNI che possano costituire un riferimento standard a livello nazionale per le biomasse solide in modo da conseguire con maggiore efficacia gli obiettivi che, a cominciare dalla CE, si vogliono perseguire in termini di risparmio energetico ed energie rinnovabili.  

Programma dell'incontro

L'incontro, che si svolgerà a Milano presso la sede dell'Hotel Bristol in Via Scarlatti 32 con inizio alle 14:30, inizierà con una breve presentazione delle attività Cti in materia e con la proposta di avviare la redazione di una specifica tecnica, ma ampio spazio sarà dato alla discussione tra i presenti per condividere le opinioni degli interessati.

Più in dettaglio l'ordine del giorno dell'incontro sarà il seguente:

• presentazione delle attività del GL 1003 in ambito CTI;

• proposta di redazione della norma "Criteri di sostenibilità della biomassa solida per  applicazioni energetiche".

La norma dovrebbe definire degli indici che consentano di valutare la sostenibilità, in termini di CO2 equivalente evitata, della biomassa solida  impiegata per applicazioni energetiche. Questi indici dovranno tenere in considerazione  principalmente gli aspetti energetico-ambientali legati alla produzione e trasformazione  della biomassa solida. Il documento dovrebbe descrivere anche metodo di calcolo della sostenibilità;

• discussione;

• varie ed eventuali;

• data del prossimo incontro e homework.

Per motivi organizzativi è necessario preregistrarsi inviando una mail a trovo@cti2000.it; per l'accesso alla sala verrà infatti data precedenza ai soci Cti e ai preregistrati.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.368 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner