Il digitale dal punto di vista degli agromeccanici

"Contoterzisti digitali". Questo il nome del progetto di automazione e interconnessione in agricoltura che Uncai, Cobo, Agrogest e Nutcracker presenteranno il 18 febbraio 2017 al Fazi di Montichiari

Info aziende
Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

contoterzisti-digitali-uncai.jpg

La locandina della conferenza di presentazione del progetto "Contoterzisti digitali"
Fonte foto: Uncai

Negli ultimi anni, gli agromeccanici si sono dimostrati tra gli operatori più attenti ai temi dell'innovazione e del digitale in agricoltura.
Perciò Uncai, in collaborazione con Cobo, Agrogest e Nutcracker, ha messo in piedi il progetto di automazione e interconnessione in agricoltura "Contoterzisti digitali", che, già in fase di sviluppo, sarà presentato il prossimo 18 febbraio alle ore 14.30 nell’ambito della fiera agricola zootecnica italiana Fazi, ospitata al Centro Fiera del Garda di Montichiari (Brescia).

Il progetto stupisce per una novità: il coinvolgimento attivo, per la prima volta, degli agromeccanici nell'intero processo di implementazione e miglioramento di sensori e software per agricoltura.
Ciò renderà possibile non solo sviluppare strumenti digitali realmente utili agli operatori del settore, ma anche promuovere un modo diverso di interfacciarsi con le macchine agricole, i sensori e i computer, senza trascurare l'esperienza degli attori della filiera.

L'incontro, rivolto a contoterzisti, ricercatori, agricoltori ed esperti in ingegneria e economia agraria, ha lo scopo di mostrare come l'automazione e l'interconnessione in agricoltura conducano ad un nuovo modello d'impresa in termini di gestione aziendale.
Infatti, secondo Gino Mainardi, amministratore delegato di Cobo Usa, "l'automazione si traduce nella riduzione delle operazioni manuali o nell'aumento della precisione di esecuzione di queste, mentre l'interconnessione di attrezzature, terreni, agricoltori e istituzioni nella generazione di nuovo valore”.

La digitalizzazione consente agli operatori agricoli di accedere a maggiori conoscenze, basate sui big data raccolti in campo e utilizzabili per lo sviluppo di prodotti" - aggiunge Aproniano Tassinari, presidente di Uncai.
"I contoterzisti svolgono un ruolo chiave nella trasformazione dell'agricoltura in agricoltura 4.0, poiché sono capaci di valorizzare maggiormente le terre lavorate e il made in Italy e, di conseguenza, riscuotere grande successo sul mercato globale”.

Nel corso della conferenza di presentazione del progetto "Contoterzisti digitali", oltre a Mainardi e Tassinari, interverranno Rossano Remagni Buoli, agromeccanico, Leandro Zanni, progettista di software per Agrogest, Giuliano Noci, docente al Politecnico di Milano e consulente Nutcracker, e ovviamente il pubblico, chiamato a collaborare allo sviluppo delle tecnologie presentate.

Per partecipare all'incontro, è possibile registrarsi su blog.contoterzisti.it/EVENTI oppure su facebook.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.316 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner