Agriexpo, punto d'incontro per il contoterzismo del Centro Italia

Lo ha detto Aproniano Tassinari, presidente di Unima, alla chiusura della prima edizione della manifestazione romana

Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Agriexpo 2009 - (da SX a DX) Massimo Alberghini Maltoni (Vice Pres. UNIMA).jpg

Agriexpo 2009, da sinistra: Massimo Alberghini Maltoni, vice presidente Unima; Aproniano Tassinari, presidente Unima; Carlo Carnevali, Enama e Roberto Guidotti, Unima

"Considerando che si è trattata della sua prima edizione - ha commentato il presidente nazionale di Unima, Aproniano Tassinari, alla chiusura di Agriexpo 2009 - dal punto di vista del comparto agromeccanico la manifestazione deve essere considerata un successo. Come previsto, Roma ha attirato a se molti agromeccanici del centro Italia che, per diversi motivi, tendevano a disertare le
manifestazioni simili al settentrione e al meridione".

La massiccia affluenza a un incontro tecnico come il convegno organizzato dall'Unione nazionale imprese di meccanizzazione agricola, sulla circolazione e sicurezza delle macchine agricole, "arricchito dalla straordinaria presenza e dagli interventi di Guglielmo Carlini, presidente di Unacma e Vincenzo Laurendi del Dts Ispesl - ha aggiunto Tassinari - nonché la forte ricerca di risposte e soluzioni a dubbi e problemi quotidiani dei contoterzisti emersa durante il dibattito finale, testimoniano la forte necessità di un comparto sindacalizzato e in grado di far valere le proprie ragioni e la potenzialità della nuova manifestazione romana di candidarsi per il futuro come punto ideale di incontro per i contoterzisti del centro Italia".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.947 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner