Calabria, Arcea liquida la Domanda unica e progetti Psr

Negli ultimi giorni liquidati 8,2 milioni sul primo pilastro della Pac. E sono state avviate le operazioni di pagamento per oltre 2 milioni su varie misure del Programma di sviluppo rurale 2014-2020

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

banconote-monete-soldi-by-stockpics-by-adobe-stock-750.jpeg

L'assessore Gianluca Gallo riferisce che negli ultimi dieci mesi Arcea ha erogato 280 milioni di euro
Fonte foto: © stockpics - Adobe Stock

A pochi giorni dalla liquidazione del decreto 7 della Domanda unica, per un importo totale pari ad oltre 8,2 milioni di euro, destinati a 3.809 beneficiari, l'Agenzia regionale della Calabria per le erogazioni in agricoltura ha avviato la fase di pagamento anche del kit decreto n 109, per un controvalore di oltre 2 milioni. Ne dà notizia l'assessorato all'Agricoltura della Regione Calabria, specificando che "i pagamenti in questione sono relativi a misure sia a superficie sia strutturali del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 e ad alcuni trascinamenti della programmazione 2007-2013 dei fondi comunitari".

"Il lavoro per garantire liquidità al sistema agricolo calabrese e per rispettare la tempistica dei pagamenti - dice l'assessore regionale all'Agricoltura, Gianluca Gallo - prosegue senza sosta. I numeri valgono più di ogni commento e dicono tanto: in dieci mesi Arcea ha liquidato risorse per oltre 280 milioni: avanti così".

Secondo la nota diffusa dall'assessorato Agricoltura della Regione Calabria nei prossimi giorni 41 beneficiari riceveranno complessivamente dall'organismo pagatore Arcea, su varie misure del Psr 2014-2020, 2.123.496,38 euro.

Le misure interessate sono la 10 "Pagamenti agro-climatico-ambientali" e la 11 "Agricoltura biologica", per quanto concerne le misure a superficie. Le misure strutturali in liquidazione, invece, sono il "Pacchetto giovani" (misure 4.1.2 "Investimenti in aziende agricole in cui si insedia un giovane agricoltore" e 6.1.1 "Aiuto all'avviamento di nuove imprese agricole condotte da giovani agricoltori"); 4.3.1 "Investimenti in infrastrutture"; 6.2.1 "Aiuto all'avviamento di nuove attività non agricole nelle aree rurali"; 5.1.1 "Investimenti di prevenzione per ridurre le conseguenze di probabili eventi alluvionali", riservata ai consorzi di bonifica.

Le altre misure interessate - informa ancora l'assessorato - sono: 7.1.1 "Redazione e aggiornamento di piani di sviluppo dei comuni e dei servizi comunali nelle zone rurali" e 7.3.2 "Interventi per la crescita digitale nelle aree rurali", rivolte a Comuni e altri enti pubblici.

Finanziati anche gli interventi in boschi e foreste con la misura 8.1.1 "Imboschimento e creazione di aree boscate" e 8.5.1 "Investimenti diretti ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali". In tema di cooperazione si segnalano pagamenti sulla misura 16.9.1 "Diversificazione delle attività agricole per l'assistenza sanitaria, l'integrazione sociale e l'educazione ambientale", ed infine alcuni interventi della misura 19, relativi al sostegno ai Gruppi di azione locale per l'approccio locale Leader.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.173 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner