Fondi mutualistici agevolati: cosa sono e a cosa servono

Dal 2019 i fondi mutualistici agevolati sono uno strumento importante al servizio delle imprese agricole per la tutela dei raccolti

soldi-investimenti-agricoltura-pianta-by-kanachaifoto-fotolia-750.jpeg

Perché aderire a un fondo mutualistico e come avviene il risarcimento? (Foto di archivio)
Fonte foto: © kanachaifoto - Fotolia

Il fondo mutualistico agevolato è uno strumento che prevede la gestione condivisa del rischio fitosanitario, cioè diretto alla protezione e difesa di piante e frutti. 
I soci aderenti effettuano dei versamenti annuali che, uniti ai contributi pubblici, vanno a costituire un fondo dedicato, il quale consente agli agricoltori un risarcimento anche nei casi di danni dovuti a fitopatie e infestazioni parassitarie, non coperti dalle polizze assicurative tradizionali.

L'iniziativa dei fondi mutualistici nel Nord Italia è stata avviata da Agrifondo mutualistico, un'associazione interregionale che raggruppa la maggior parte dei Condifesa del Veneto e del Friuli Venezia Giulia fin dal 2010. Si tratta quindi di un progetto creato dagli agricoltori per gli agricoltori e dal carattere decisamente innovativo.


Perché aderire a un fondo mutualistico?

Il vantaggio dei fondi mutualistici per le imprese agricole è quello di colmare quelle perdite economiche causate da eventi non coperti dalle polizze assicurative. Rientrano infatti tra i danni coperti anche quelli causati dagli animali selvatici, da trombe d'aria, i danni causati agli impianti arborei da vento forte e altri.

Inoltre il costo dell'adesione al servizio è molto basso.


Come funziona il fondo mutualistico agevolato?

L'adesione al fondo è volontaria e di durata triennale. I fondi possono essere applicati ai fruttiferi, alla vite da vino e ai seminativi, con l'eccezione dei vivai e del tabacco. Come nel caso di una polizza, ogni anno viene sottoscritto un certificato che riporta le superfici e le rese.

La differenza tra una polizza e un fondo però è che la prima, una volta accertato il danno, dà in ogni caso diritto al risarcimento, mentre il secondo è limitato dalla disponibilità della somma presente nel fondo accantonato.


Come avviene il risarcimento

I fondi mutualistici prevedono risarcimenti ai soci nel caso di perdite superiori al 30% rispetto alla produzione media dei tre o cinque anni precedenti. Questo per danni dovuti ad avversità climatiche, fitopatie ed epizoozie.

Ad occuparsi dell'erogazione del compenso è Agrifondo mutualistico, soggetto formalmente riconosciuto dal Mipaaf (ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali) tramite il supporto dei Condifesa aderenti.

Dopo la verifica del danno tramite i propri tecnici Agrifondo autorizzerà il risarcimento che dovrebbe arrivare alle aziende danneggiate entro l'anno in corso.


Chi può usufruire del fondi mutualistici?

Ai fondi agevolati possono aderire tutti i soci dei Condifesa del Veneto e del Friuli Venezia Giulia che hanno aderito all'associazione Agrifondo mutualistico. 
Per poter avere diritto al risarcimento i soci devono aderire al fondo per l'intera superficie del prodotto assicurato con il certificato, rispettare le buone pratiche agricole e, soprattutto, denunciare il danno tempestivamente, o comunque entro i termini previsti dal regolamento.

Per maggiori informazioni sui fondi mutualistici è possibile scaricare la brochure in pdf

Se la vostra attività è in provincia di Venezia potete invece contattare direttamente Condifesa Venezia.




Consorzio Difesa Attività Agricole di Venezia
Servizi agli associati nel campo della gestione del rischio per produzioni vegetali, strutture e zootecnia
Visita il sito internet
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.564 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner