Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Psr, le Regioni del Centro Nord centrano l'obiettivo di spesa

Agea ha pubblicato l'avanzamento di spesa al 30 novembre 2018, comunicando anche che tutte le Regioni, tramite l'organismo pagatore, hanno raggiunto l'obiettivo di impegno finanziario al 31 dicembre

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

soldi-euro-banconote-by-marco-scisetti-fotolia-750.jpeg

Raggiunto l'obiettivo finanziario 2018 per le Regioni che si appoggiano ad Agea
Fonte foto: © Marco Scisetti - Fotolia

Agea ha pubblicato il trend di avanzamento di spesa pubblica relativa ai bandi Psr al 30 novembre 2018.
La Provincia di Bolzano ha raggiunto il 51,76% della spesa pubblica, con 187,1 milioni di euro liquidati. Segue il Veneto con il 42,21%, pari a 493,4 milioni di euro effettuati ai propri agricoltori, la cifra più elevata in Italia in termini assoluti.

Mantiene il terzo posto la Provincia di Trento con quasi un terzo della spesa liquidata, pari al 32,79%, per un controvalore di 97,5 milioni di euro. Forte progressione della spesa per l'Emilia Romagna che in un solo mese e mezzo si è portata avanti di 57 milioni, raggiungendo i 340,3 milioni di euro di erogazioni, pari al 28,98%.

Al quinto posto c'è il Piemonte con il 27,02% della spesa, pari a 291,5 milioni di euro pagati, mentre poco più sotto c'è l'Umbria, con il 26,72% della propria programmazione, pari a 248 milioni di euro. Successivamente, con la stessa quantità di risorse già liquidate, la Toscana ha raggiunto un avanzamento del 26,21%.

Seguono nella classifica dell'impegno finanziario la Lombardia, con 278,3 milioni erogati, pari al 24,36% del proprio budget, e la Valle d'Aosta, che nel proprio forcing ha raggiunto il 24,14% della propria spesa, ovvero 33 milioni di euro. Appaiate risultano poi Friuli Venezia Giulia e Lazio, rispettivamente con il 20,94% e 20,72% della propria programmazione, pari a 61,2 e 170,3 milioni di euro.

Terz'ultima posizione è la Liguria, con 41,7 milioni di euro di pagamenti erogati, mentre la penultima posizione è occupata dall'Abruzzo, che ha raggiunto il 13,58%, liquidando così per il momento 65 milioni. Fanalino di coda, incredibilmente, le Marche, regione un po' bloccata nei pagamenti negli ultimi mesi, con "solo" il 12,69% del proprio impegno finanziario effettuato, per un controvalore di 88,4 milioni.

Sempre Agea ha fatto sapere che, per quanto riguarda il Centro-Nord, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Umbria e Valle d'Aosta, hanno raggiunto l'obiettivo finanziario fissato al 31 dicembre 2018 dai Programmi di sviluppo rurale regionale previsto dai regolamenti comunitari.

"E' il risultato di un grande gioco di squadra di Agea, Mipaaft, Regioni e Centri di assistenza agricola - ha sottolineato Gabriele Papa Pagliardini, direttore di Agea - Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito. Non sono mancati i momenti difficili ma neanche la fiducia e la determinazione a superarli. Grazie soprattutto agli agricoltori italiani che hanno supportato il sistema con la loro pazienza".

E' un obiettivo importante per l'agricotura, che vede così avanzare in maniera decisa la realizzazione dei Programmi di sviluppo rurale 2014-2020.
"Dobbiamo continuare nella strada della semplificazione - ha spiegato Pagliardini - puntando sull'accelerazione della spesa e la piena efficienza del sistema di erogazione degli aiuti comunitari".

Leggi anche: "Psr, il Mezzogiorno raggiunge tutti gli obiettivi di spesa"

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner