Campania, la formazione sui fondi comunitari è realtà

Cia e Università Pegaso propongono un corso dedicato a creare "progettisti dello sviluppo rurale"

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

soldi-monete-euro-banconote-by-lukas-gojda-fotolia-750.jpeg

Alessandro Mastrocinque, presidente di Cia Campania: 'Troppo spesso i fondi per l’agricoltura non vengono spesi o vengono spesi male'
Fonte foto: © Lukas Gojda - Fotolia

Progettato a partire dalle esigenze reali riscontrate all’interno delle imprese agricole, è stato appena pubblicato il bando del corso di alta formazione "Fondi europei per l’agricoltura - Strumenti di progettazione ed europrogettazione” che sarà svolto dall’Università Telematica Pegaso nell’ambito dell’accordo già siglato per lo sviluppo di alte competenze in agricoltura con la Cia Campania. Ne usciranno i progettisti dello sviluppo rurale, capaci di attingere risorse tanto sui bandi diretti di Bruxelles quanto da quelli emanati da Regione Campania nell'ambito del Piano di sviluppo rurale 2014-2020

La Cia, giunta quest’anno al 40° anno di attività, ha 40mila associati in Campania.
“Conosciamo bene il territorio, gli agricoltori ed i loro problemi. Questo corso di alta formazione – dice il presidente regionale Campania e vicepresidente nazionale Cia Alessandro Mastrocinque risponde alle esigenze di sviluppo di figure professionali che possono accompagnare i territori e i loro agricoltori, nell’attrazione di fondi per l’agricoltura, che, troppo spesso non vengono spesi o vengono spesi male”.
 
“Formare figure di alta specializzazione in attrazione dei fondi agricoli – sottolinea il rettore dell’Università telematica Pegaso, Alessandro Bianchi - è una sfida che la Pegaso ha raccolto volentieri. Fornire conoscenze, competenze e capacità è da anni il nostro mestiere. Farlo nel mondo agricolo e per lo sviluppo dei territori delle aree interne della Campania è rendere operativa la conoscenza a favore dello sviluppo locale, oltre ad essere un vero e concreto esempio di come il mondo accademico debba essere a servizio dello sviluppo della conoscenza tra il mondo delle imprese”.
 
Il corso di alta formazione - della durata di 500 ore per il costo di mille euro - si baserà su una logica di analisi delle basi dell’Ue per finire al project work, momento pratico di lavoro su bandi in pubblicazione e sui quali elaborare proposte progettuali. La figura professionale in uscita possiederà una capacità di comprensione dei bandi sia a valere su fondi diretti che indiretti, una capacità di analisi delle opportunità per il committente ed anche una capacità di elaborazione fondata sulle reali esigenze del partenariato e dei territori interessati.
 
I candidati possono presentare istanza opportunamente documentata, per il rilascio di un attestato di partecipazione e raggiungimento degli obiettivi del corso di alta formazione. Saranno riconosciuti 12 crediti formativi. Inoltre al termine del percorso formativo la Cia mette a disposizione, per i primi dieci meritevoli, altrettanti contratti di collaborazione a progetto, a valere su bandi di specifico interesse, e due borse di studio, per i primi due studenti che si saranno particolarmente contraddistinti nel corso delle attività di alta formazione.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Cia Campania

Autore:

Tag: sviluppo rurale formazione finanziamenti per l'agricoltura bandi Psr

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner