Emilia Romagna, primo finanziamento per un contratto di filiera agroalimentare

36,7 milioni di euro a disposizione di Afe e delle società collegate Alimenti Naturali e Punto Frutta per investimenti strutturali di ammodernamento. Iccrea Banca Impresa capofila dell'operazione

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

soldi-euro-banconote-by-marco-scisetti-fotolia-750.jpeg

36,7 milioni di euro per il primo contratto di filiera nel settore agroalimentare finanziato in Emilia Romagna
Fonte foto: © Marco Scisetti - Fotolia

Iccrea BancaImpresa, la divisione corporate del Credito Cooperativo, è la capofila della prima operazione di finanziamento conclusa in Italia nell’ambito dei contratti di filiera nel settore agroalimentare.

Le imprese beneficiarie delle imprese sono l’op Associazione Frutticoltori Estense Soc. Coop (Afe – Emilia Romagna) e le due società collegate Alimenti Naturali Srl e Punto Frutta Soc.Coop., che hanno in programma grazie al finanziamento interventi strutturali, di ammodernamento tecnologico e di razionalizzazione logistica dei propri impianti produttivi.

Il fondo totale a disposizione della filiera è di 36,7 milioni di euro, grazie al sostegno non solo di Iccrea BancaImpresa, ma anche di Unicredit, in qualità di banca co-arranger e coordinator, Emil Banca Credito Cooperativo, Cassa di Risparmio di Cento e la Cassa Depositi e Prestiti. L’accordo di filiera, oltre alle tre aziende interessate dagli investimenti diretti, interessa 956 produttori agricoli, con un impatto su un volume di ortofrutta pari a 83.268 tonnellate.

I contratti di filiera sono sottoscritti tra i soggetti della filiera agroalimentare e il Mipaaf per la realizzazione di investimenti a rilevanza nazionale che, partendo dalla produzione agricola, si sviluppano nei diversi segmenti della filiera agroalimentare, basandosi su vinicoli associativi e statutari di conferimento. I contratti al momento in corso di valutazione approvati al momento sono 14, di cui 9 vedono Iccrea BancaImpresa sia nel ruolo di “banca autorizzata”, deputata all’analisi istruttoria dei progetti esecutivi, oltre che di “banca finanziatrice”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 197.409 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner