Abruzzo, accordo Regione-Abi per l'accesso al credito

Siglata l'intesa per il sostegno alle imprese agricole per le misure che prevedono investimenti nell'ambito del Psr 2014-2020

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

soldi-banconote-by-vinicius-tupinamba-fotolia-750.jpeg

Accesso al credito più facile in Abruzzo con l'accordo fra la Regione e la Commissione regionale Abi
Fonte foto: © Vinicius Tupinamba - Fotolia

E’ stato sottoscritto questa mattina l’accordo fra la Regione Abruzzo e la commissione regionale Abi (Associazione bancaria italiana) per facilitare gli investimenti delle aziende agricole all’interno del Programma di sviluppo rurale.

Il protocollo d’intesa ampiamente condiviso con i principali attori del mondo agricolo – commenta l’assessore regionale all’Agricoltura Dino Pepepermetterà di facilitare l’accesso al credito delle aziende per le misure che prevedono investimenti. Da oggi saranno disponibili nuove modalità per rendere più efficiente l’utilizzo delle risorse afferenti allo sviluppo rurale, coscienti del fatto che tutto ciò può costituire un’importante leva di sviluppo per l’intera economia regionale”.

L’intesa definisce le linee guida e le regole applicative sulla base delle quali l’Abruzzo e le banche agevoleranno l’accesso al credito dei beneficiari già in possesso di un decreto di concessione di un contributo regionale a valere sul Programma di sviluppo rurale a fronte di investimenti da realizzare nella propria azienda.

L’Abruzzo è riuscito a spendere tutte le risorse europee disponibili nella programmazione 2007-2013 – conclude Pepe – e l’accordo sottoscritto con Abi diventa fondamentale nella nuova programmazione 2014-2020, per confermare questo importante risultato, accelerando la certificazione della spesa ed evitando situazioni di disimpegno delle risorse comunitarie”.
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.192 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner