Credito in agricoltura, accordo Ubi Banca-Confagricoltura

Alla base del progetto c'è una condivisione di informazioni relative alla situazione economica delle imprese agricole, in modo da poter elaborare piani di sviluppo sostenibile e ottenere credito più facile

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

lavoro-agricolo-giovani-agricoltori-agricoltore-pojoslaw-fotolia-750.jpg

In arrivo condizioni di favore alle imprese associate a Confagricoltura grazie all'accordo con Ubi Banca
Fonte foto: © pojoslaw - Fotolia

Il gruppo bancario Ubi Banca e Confagricoltura hanno firmato un accordo di collaborazione basato sulla condivisione delle informazioni necessarie per valutare la situazione patrimoniale ed economica delle imprese agricole. La partnership prevede che le banche appartenenti al gruppo Ubi Banca utilizzino anche i documenti prodotti dalle strutture di Confagricoltura per l'istruttoria delle richieste di affidamento avanzate dalle imprese agricole a essa aderenti.

Sorge così un reciproco vantaggio: i gestori Ubi disporranno di un set di informazioni completo, attendibile e verificabile, mentre gli imprenditori agricoli potranno presentarsi in banca con documenti che illustrano compiutamente la situazione della propria azienda.

Il gruppo Ubi Banca riserverà condizioni di favore alle imprese aderenti a Confagricoltura che avanzeranno richieste di facilitazioni bancarie supportate dagli elaborati previsti dall'accordo e ritenute meritevoli di affidamento. I vantaggi andranno nell'ordine di riduzione delle spese d'istruttoria per i finanziamenti, contenimento dei costi per gli affidamenti in conto corrente e vantaggi sulle polizze riservate agli agricoltori del gruppo Ubi.

Con questa iniziativa vogliamo testimoniare la nostra vicinanza al settore primario – afferma Riccardo Tramezzani, responsabile Area Retail di Ubi Banca – sostenendo le scelte imprenditoriali e affiancando le aziende agricole meritivoli nelle loro scelte gestionali, commerciali e di investimento. Approfondire gli strumenti per analizzare i piani di sviluppo delle aziende agricole, condividendo con le stesse e con i loro consulenti le più opportune coperture finanziarie può rappresentare uno strumento vincente per garantire la validità economica prospettica di tali progetti, favorendo lo sviluppo dell'intero settore”.

Con l'avvio nel 2015 del progetto credito Agricheck – sottolinea il presidente di Confagricoltura Mario Guidi - possiamo contare su diverse strutture territoriali della nostra Organizzazione dotate delle conoscenze e degli strumenti informatici in grado di redigere puntuali situazioni patrimoniali e finanziarie delle imprese e dare loro un valido supporto tecnico per la preparazione dei dati e dei documenti necessari per l'istruttoria delle banche di una domanda di credito.
In tale contesto si inquadra l'accordo con Ubi Banca con cui si avvia una collaborazione che non ha solo il fine di agevolare le imprese agricole nella richiesta dei finanziamenti, ma anche di aiutarle nelle scelte degli investimenti, in un momento importante come la vigilia dell'entrata in vigore delle misure agevolative previste dai Psr
".  

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Confagricoltura

Autore:

Tag: finanziamenti azienda agricola credito accordo banche

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.630 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner