Assalto anti-Ogm al campo di Fidenato

Ad opera di attivisti attivisti dei centri sociali del nord-est e dell’Emilia. Dalla Libera, Futuragra: "Hanno messo a repentaglio la vita di un bambino di due anni". Denunciati i responsabili

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

campo-ogm-vivaro-dalla-libera.jpg

Il campo di Silvano Dalla Libera

"Invasione" di attivisti dei centri sociali del Nordest ed Emilia a Vivaro nel campo dell'agricoltore friulano, Giorgio Fidenato. Secondo gli attivisti, sui terreni sono stati sparsi semi di canapa bio. 
Immediata la risposta del vicepresidente di Futuragra che ha denunciato i responsabili "per i violenti atti subiti", che annuncia di voler proseguire la sua battaglia legale per l’introduzione degli Organismi geneticamente migliorati in Italia.

“Desideriamo condannare pesantemente i vergognosi fatti, tanto più che hanno messo a repentaglio la vita di un bambino di due anni - dice Silvano Dalla Libera -. Futuragra ha sempre agito nella legalità, rispettando le sentenze della Commissione europea e portando avanti una battaglia all’insegna della civiltà e del rispetto, dialogando con tutte le parti in causa nelle sedi competenti”.
“L’azione squadrista di ieri rivela tutta la debolezza delle ragioni che vorrebbero far tornare l’agricoltura italiana all’epoca del Medioevo oscurantista, affossando sempre di più un settore che vive una grave crisi senza poter accedere all’innovazione come invece capita in altri Paesi europei e nel mondo”
ha proseguito.

Fonte: Agronotizie

Tag: ogm

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.533 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner